Pianigiani saluta Siena, Treviso teme di salutare il basket

di 

19 giugno 2012

 

PESARO – La prima notizia è una non notizia, nel senso che sapevamo da tempo che Simone Pianigiani avrebbe lasciato il Montepaschi sei volte campione d’Italia. Saluta nel modo migliore, dopo avere vinto ancora. Se ne va dalla sua città, ma non dice dove andrà, anche se tutte le strade portano a Istanbul, dove l’attende un ricchissimo contratto con il Fenerbahce che sogna di vincere in Europa e dove, forse, lo seguirà Luca Dalmonte, da pochi giorni liberato dalla Victoria Libertas.

Se a Mosca non fosse andato Ettore Messina, Pianigiani avrebbe allenato il Cska. Dovrà accontentarsi del budget turco, lontano dai 44 milioni di dollari attribuiti al Cska per la prossima stagione, ma comunque superiori a quello che avrà a disposizione la Mens Sana, che difficilmente sarà sponsorizzata dal Montepaschi. La banca più antica d’Italia vive un periodo di grande difficoltà, tanto che i maligni mormorano che forse non sarebbe un male se il Siena Calcio venisse retrocesso per gli scandali che coinvolgerebbero giocatori, l’ex tecnico Antonio Conte e addirittura il presidente Mezzaroma.

 

Che a prendere il posto di Pianigiani sarà Luca Banchi, assistente per tante stagioni, non è una novità. E’ sicuramente una novità invece che Andrea Trinchieri possa lasciare Cantù per allenare il Panathinaikos, salutato da coach Obradovic dopo più di un decennio di straordinari successi.

 

Un futuro interessante, in ogni caso, per due dei migliori allenatori italiani, mentre chi si interroga sul futuro è Treviso, che ha dovuto prendere atto della rinuncia dell’uomo che sembrava in grado di coagulare le attenzioni degli imprenditori della città. A pochi giorni dalla scadenza dell’iscrizione al campionato, la situazione è decisamente difficile e si teme che possa sparire una grande storica del nostro basket.

 

Come si può notare, grande è il disordine sotto i canestri, ma la situazione non è eccellente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>