La carica dei 2.721 maturandi pesaresi

di 

20 giugno 2012

esami maturità studenti studentesse

PESARO – Montale e i giovani, Steve Jobs e la crisi, le responsabilità della scienza e della tecnologia. Ma anche riflessioni sullo sterminio degli ebrei, un tema di carattere generale su bene individuale e bene comune. Queste alcune delle tracce proposte per la prima prova scritta – quella di italiano – con cui oggi si sono cimentati 2.721 studenti della provincia di Pesaro e Urbino. Qualcuno si aspettava temi sulle tragiche morti di Marco Simoncelli ed Amy Winehouse, anche perché diversi siti internet di prima mattina avevano parlato di tracce sulle due icone dello sport e della musica mondiali, ma così non è stato.

Per la prima volta l’esame di maturità ha usato il mezzo telematico. E’ stato il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, da Shanghai, a dare in diretta tv la password perché le scuole accedessero al plico informatico. Questo perché i vari istituti hanno ricevuto le tracce delle prove scritte per via telematica. Una scelta, ha spiegato il ministro, che ha fatto risparmiare allo Stato 240mila euro. Il che, in tempi come questo, non è mica male.

Pare scongiurato anche il pericolo hacker, visto che difficilmente qualcuno sarà riuscito a craccare il plico telematico che per essere aperto necessitava di una password di 25 caratteri alfanumerici.

Domani la seconda prova scritta. Le materie scelte dal Ministero sono greco al liceo classico, matematica allo scientifico, lingua straniera al linguistico, pedagogia al pedagogico, figura disegnata all’artistico, economia aziendale per Ragioneria, topografia per i Geometri, alimenti e alimentazione all’Istituto professionale per i servizi alberghieri e della ristorazione. La terza e ultima prova scritta è programmata per il 25 giugno, cioè lunedì. Poi per i 2.721 maturandi pesaresi scatteranno gli orali. In bocca al lupo. L’augurio è che il ricordo della maturità, che in ognuno che l’abbia sostenuta rimane vivo per sempre, sia il più piacevole possibile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>