Villa’n’Roll, quando la periferia suona… le idee

di 

21 giugno 2012

PESARO – L’asfalto inizia a respirare e con le prime calure estive arriva la seconda edizione del Villa’N’Roll. I metri di neve hanno provocato danni, ma son serviti per saturare e riscaldare gli animi.

Nel panorama delle idee da cameretta, spunta il Villa’N’Roll: comunità autonoma di idee da cucina. Macchie di colore sfumate sulle omogenee tinte da cucina componibile fai da te.

Il midollo è sempre lo stesso: AGGREGARE, UNIRE, COINVOLGERE, PER INFORMARE, SENSIBILIZZARE E RENDERE PARTECIPI. Arricchito dallo slogan: SUONIAMO DIRITTI.

Unire creatività compositiva elettronica a genuino spirito volontaristico, come sintesi per riqualificare e scuotere uno dei quartieri più periferici di Pesaro: il quartiere 4 – Villa Ceccolini, Villa Fastiggi.

Il tutto in piena simbiosi con quelle realtà pubbliche e commerciali che garantiscono i servizi quotidiani di una comunità di cittadini.

Anche gli spazi non sono scelti a caso: pista polivalente perché accoglie a cancelli aperti la pluralità e anni ’80 perché sarebbe bene rivalutare l’usato per non rimanere soffocati dal libero mercato.

Anche quest’anno il programma prevede una due giorni di musica dal vivo e batterie di gazebo, dove diverse associazioni avranno modo di esporre il proprio operato al pubblico. Il palcoscenico si amplia rispetto alla prima edizione, inglobando: AMNESTY INTERNATIONAL, ANPI PESARO, ARCI, ARCIGAY, CGIL, COLLETTIVO SPAZIO BIANCO, EMERGENCY, L’AFRICA CHIAMA, LIBERA COORD. PU, OIPA, RSM.

 

Si parte dalle ore 20 di venerdì 22 giugno, con i live set di: The 4 Foolish (alternative rock), Alphabetagamma (crossover), Point Break (alternative italian rock), Garuda (rock cantautoriale progressivo), Ricatti Acustici (new folk).

Si proseguirà sabato 23, già dal tardo pomeriggio, con un contest di skaters alle ore 18, per poi riattivare le spie degli amplificatori dalle ore 20, dove sul palco si alterneranno: FAT (shoegaze/garage indie rock), Windorm Earle (hardcore elettronico sperimentale), Gli Ebrei (tanto midi-pop da Fano), I Camillas (pop minimal hardcore gestuato da Cerreto) e i Chewingum (pop sbarazzino da Senigallia).

Il tutto condito dagli stand di chi le proprie idee le ha materializzate: Hotmilk Garage idee formato maglietta), Pesonetto (l’orto di casa nostra), il Plastic (dispensatore musicale umano) e il Catalogo (le letture a portata di bici).

C’è tutta l’estate per omogenizzarsi e andare al mare. Il 22 e 23 giugno svagatevi in periferia.

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>