“Non facciamo morire la Robur. Io voglio tornarci…”

di 

22 giugno 2012

PESARO – Carolina Costagrande, già stella indiscussa della Scavolini tricampione d’Italia ed ora della nazionale azzurra, manifesta con queste parole il suo affetto e la sua vicinanza alla società pesarese.

Carolina Costagrande 1

Carolina Costagrande, ex giocatrice Robur Scavolini volley (foto Giardini)

“Ho letto delle difficoltà della Robursport e mi auguro si tratti di un momento superabile: ho passato a Pesaro gli anni più belli della mia carriera sportiva, e lì vorrei tornare a chiuderla tra qualche anno. Non potrei quindi nemmeno immaginare di non ritrovare più la Robursport e le persone che, in tutti questi anni, l’hanno portata ad essere una delle squadre più forti ed una delle società modello della nostra serie A. Sono stata a Pesaro cinque anni e ho potuto apprezzare la serietà e la professionalità della dirigenza, che ha saputo creare una squadra di A1 di altissimo livello senza dimenticare l’importanza di un settore giovanile vivo e vitale, con centinaia di ragazzine cariche dell’entusiasmo per le nostre imprese. Siamo riusciti, tutti insieme, a fare appassionare al volley femminile l’intera città e a riaprire il vecchio palasport riempiendolo di gente. Tutto ciò non può sparire. Chi può, sostenga questa società: la città perderebbe moltissimo se non ci fosse più”.

Un commento to ““Non facciamo morire la Robur. Io voglio tornarci…””

  1. Giada scrive:

    Sono sempre più convinta che Campionesse si nasce, Carol sei unica!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>