Cgil, riforma Fornero bocciata: 2 giorni di sciopero

di 

24 giugno 2012

 

PESARO – La fiducia che il governo ha voluto porre al disegno di legge di riforma del marcato del lavoro alla Cgil proprio non va giù. Per questo, e ancora una volta in solitario, ha proclamato per il 26 e 27 giugno, in concomitanza con la discussione alla Camera, scioperi e manifestazioni di protesta.

cgil

Nella nostra provincia sono state organizzate varie iniziative: a Pesaro, martedì 26 giugno, dalle 10 a mezzogiorno presidio a piazzale Collenuccio, a Fano, alla stessa ora in piazza XX Settembre mentre a Urbino presidio in piazza della Repubblica sempre dalle 10 alle 12.

Nel pomeriggio ci saranno volantinaggi in molti luoghi di lavoro.

“Il ddl sul mercato del lavoro è iniquo e inadeguato – sostiene la Cgil – incapace di migliorare la qualità del lavoro e di aumentare l’occupazione soprattutto per i giovani”.

Per queste ragioni sono previsti anche scioperi spontanei nei luoghi di lavoro.

 

Mercoledì 27 anche la Cgil Pesaro sarà di fronte a Montecitorio dalle 14 alle 19, durante la fase cruciale della discussione e della “votazione”. Il ddl sarà ugualmente approvato, e questo il sindacato lo sa, tuttavia considera indispensabile una reazione del mondo del lavoro verso una riforma inutile e dannosa che ha deluso tutte le speranze contenute nei proclami della ministra Fornero. Ancora una volta la Cgil ha scelto di dire NO, ancora una volta da sola. E la protesta proseguirà con tutte le forze per scongiurare l’entrata in vigore di un provvedimento pericoloso che rischia di generare contenziosi infiniti e nuove incertezze. Per partecipare al presidio di Roma si possono contattare tutte le sedi Cgil del territorio.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>