Habemus Siviglia (dal 15/7) aspettando Gresta e Ramagli?

di 

26 giugno 2012

PESARO – E’ arrivata la tanto attesa fumata bianca da parte di Sauro Bianchetti: Mister Siviglia ha dato la sua disponibilità a rimanere come sponsor anche per il prossimo anno, convinto dall’entusiasmo della piazza, dal rinato amore dei pesaresi verso il basket e dal prezioso lavoro ai fianchi di Franco Arceci e di Franco Del Moro, che hanno persuaso il titolare dell’azienda Siviglia Wear a rimanere co-sponsor insieme all’inossidabile patron Valter Scavolini, che legherà il suo nome alla Vuelle per il 38esimo anno consecutivo.

A dire il vero la fumata non è stata proprio di un bianco sgargiante, ma di un colore leggermente offuscato dalla decisione di far conoscere il reale budget disponibile solo dopo il 15 luglio, una volta preso atto della relazione semestrale sul rendiconto economico della Siviglia (intesa come azienda di jeans e felpe), scelta assolutamente legittima per un imprenditore che deve pensare prima di tutto ai suoi dipendenti e alla sua famiglia, ma che non deve servire come scusante per rimanere immobili sul fronte mercato.

Hackett

Hackett esulta al Pianella: Daniel resterà a Pesaro?

Sapendo che non si potranno inseguire giocatori di categoria superiore (ma nessuno pretende di ingaggiare McCalebb o David Andersen), il primo passo da compiere deve essere la scelta di chi dovrà prendere le decisioni per acquistare i giocatori, senza aspettare altri venti giorni. Anche non conoscendo con precisione il budget a disposizione, è necessario creare subito una gerarchia all’interno della Vuelle, per non farsi trovare impreparati dalle tante occasioni che il mercato sta già offrendo. Obbligatoria la riconferma immediata di Franco Del Moro come presidente della Victoria Libertas, per il particolare feeling che lo lega a Bianchetti e per le indubbie doti mostrate in questa stagione, atteso anche il rinnovo del contratto per John Ebeling, che si è ben inserito nella realtà pesarese senza incidere in maniera pesante sul budget. Da valutare la riconferma del Gm Montini (il pesaresissimo Gresta potrebbe essere il suo sostituto) e servirà subito sciogliere il nodo allenatore, contattando Alessandro Ramagli che si è detto entusiasta di ritornare a Pesaro, o in alternativa ingaggiare Giampiero Ticchi, nome che non sta raccogliendo troppo entusiasmo nell’ambiente.

La data del 30 giugno è l’ultima disponibile per far scattare le opzioni sui giocatori ancora sotto contratto: Marco Cusin è in partenza verso Cantù, un peccato perché di pivot italiani validi il mercato scarseggia e il centro friulano si è fatto apprezzare nei suoi due anni pesaresi, ma un biennale da 600.000 euro non è pareggiabile dalla Vuelle in questo momento. Rimane da chiarire la questione Daniel Hackett: dietro al figlio di Rudy ci sono almeno cinque-sei squadre da Eurolega, pronte a soddisfare le sue richieste economiche e a garantirgli un triennale, Pesaro non è in grado di pareggiare le offerte e nemmeno di prospettargli tre anni di contratto, ma conosciamo l’affetto che lega Daniel alla sua città e sicuramente prima di lasciare la valle del Foglia, Hackett vorrà sentire cosa la Vuelle potrà offrirgli concretamente.

E’ anche per questo motivo che è arrivato il momento di prendere le decisioni sullo staff societario, senza ulteriori indugi, per avere dei punti di riferimento quando i procuratori chiameranno in sede per offrire i loro giocatori (ricordiamoci che l’anno scorso di questi tempi era già stato ingaggiato Ricky Hickman), non si deve aspettare il 15 luglio per iniziare a muoversi, ma già da domani aspettiamo notizie dalla nuova Scavolini Siviglia.

2 Commenti to “Habemus Siviglia (dal 15/7) aspettando Gresta e Ramagli?”

  1. Hannibal Smith scrive:

    Sinceramente 600.000 per 2 anni per Cusin mi sembrano una follia, soprattutto per un giocatore di cristallo che ti può garantire al massimo 3/4 di stagione, ed ancora più folle mi pare il fatto che glieli offra Cantù che vuol fare le coppe e Cusin, a parer mio, non è in grado fisicamente di mantenere le attese. Concordo pienamente sul fatto di muoversi a breve, anche se è certo che i prezzi fino a fine luglio saranno alti.

  2. daniele scrive:

    E comunque Cusin non vale 600.000 Euro!!!!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>