Domani assemblea di Confindustria. Pagliano: “Nuove strade per non subire il futuro post crisi”

di 

5 luglio 2012

PESARO – “La mia sarà un relazione introduttiva e non la classica lista delle doglianze e delle cose da fare, perché da anni sono note a tutti”. Così il presidente di Confindustria di Pesaro e Urbino Claudio Pagliano, alla vigilia dell’assemblea pubblica che domani (ore 17.30) richiamerà all’auditorium Pedrotti di Pesaro gli industriali e le autorità della provincia. “Un discorso semplice ed essenziale – ha anticipato Pagliano – in quanto l’intenzione di questo nostro appuntamento è di cominciare a costruire il nostro futuro post crisi, cercando di non subirlo”.

In questa direzione, la ricerca del professor Enzo Rullani sull’”Industria in transizione” offrirà non solo un’analisi approfondita che aiuti a capire la crisi attuale, ma, partendo “dal centro, dalle nostre imprese, da quelle che stanno andando bene nonostante la congiuntura negativa”, sarà in grado di offrire idee concrete e operative perché “si possa partire in un viaggio comune all’insegna della discontinuità”.

All’analisi di Rullani seguirà una tavola rotonda che vedrà protagonisti gli imprenditori che hanno costituito il panel della ricerca del docente di Economia della conoscenza presso il Centro Tedis, della Venice International University: Michele Montagna (Alluflon spa), Luigi Moretti (Benelli Armi spa), Piergiorgio Cariaggi (Cariaggi spa), Daniele Franco (Centraltubi spa), Gianfranco Tonti (Ifi spa), Alceste Vitri (Rivacold srl), Fabiana Scavolini (Scavolini spa), Federico Leproux (Teamsystem spa), Gastone Bertozzini (Tvs spa), Lamberto Mattioli (Websolute srl) e Franco Signoretti (Xanitalia srl).

L’assemblea degli industriali pesaresi, infine, ospiterà i due responsabili dei centri studi più importanti del nostro Paese: Daniele Franco di Banca d’Italia e Luca Paolazzi di Confindustria.

L’assise si concluderà con la cerimonia di premiazione dei soci: quest’anno un riconoscimento particolare sarà assegnato ad Alessandro Rupoli, Presidente della Schnell spa, che entra a far parte dell’Albo d’Oro dell’associazione per “lo straordinario contributo a favore dello sviluppo del sistema produttivo della provincia di Pesaro Urbino, frutto di incessante impegno e dedizione che tutti i colleghi gli riconoscono”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>