Biogas, l’assessore Porto manda la lettera di diffida al dirigente regionale

di 

6 luglio 2012

 

PESARO – Va giù duro Tarcisio Porto concluso l’incontro in Regione sulla possibile realizzazione della centrale biogas a Monteschiantello: «Una farsa in piena regola. Nella fase istruttoria, sembrava una rappresentazione del teatro dell’assurdo». L’assessore all’Ambiente non prende pause, è un fiume in piena: «I pareri motivati della Provincia e del Comune di Fano, agli occhi del dirigente regionale Luciano Calvarese, sembravano essere carta straccia».

L'assessore Tarcisio Porto

Ricostruisce la vicenda: «La giusta esigenza era quella di istruire una procedura sulla base di pareri tecnici. Totalmente assenti, in questo caso, perché l’Arpam in 5 giorni non riesce a produrli, la Regione non vuole acquisirli. Di conseguenza, il nostro è un diniego assoluto, proprio perché possiamo dare un parere amministrativo solo a partire dalla base tecnica. Ma se questa non è consentita dal responsabile del procedimento, noi non possiamo esprimerci correttamente». Ribadisce il concetto: «La Provincia si esprime negativamente, proprio perché non siamo stati messi nelle condizioni di realizzare una procedura trasparente e istruita seriamente». E aggiunge: «Manderemo una lettera di diffida al dirigente regionale su tutte le procedure relative al biogas. La Regione fa un errore storico, grave, a non creare regole. Perché in questo modo danneggia le rinnovabili. Non realizzerà niente, neanche un impianto, perché le procedure sono incomplete, al limite della legalità». Un vertice teso, nervoso, tanto che, aggiunge l’assessore, «a un certo punto, visto che i nostri pareri non venivano minimamente presi in considerazione, ho evocato, anche per sdrammatizzare, la famosa “chiamata ai carabinieri” della riunione precedente, tra Regione e Comune di Fano. Per tutta risposta, il dirigente regionale ha minacciato di scrivere nel verbale che lo stavo minacciando, scatenando un putiferio. Una farsa che ha rasentato il ridicolo…».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>