Hackett-Hickman, sfida in Eurolega

di 

6 luglio 2012

PESARO – Fino a qualche settimana fa si allenavano insieme, anche uno contro l’altro. Entro poco tempo si affronteranno sul palcoscenico più importante della pallacanestro europea.

Presentazione Scavolini Siviglia 2011-2012, Jumaine Jones, Danile Hackett, Richard Hickman

Presentazione Scavolini Siviglia 2011-2012, Jumaine Jones, Danile Hackett, Richard Hickman

Daniel Hackett e Ricky Hickman, in verità Montepaschi Siena e Maccabi Tel Aviv, si sono ritrovati nello stesso girone – il B – di Eurolega. E giocheranno due volte, in Israele e in Italia, proponendo sfide a loro note. In quelle occasioni, i tifosi della Victoria Libertas (fa un po’ specie non scrivere, speriamo solo per il momento, della Scavolini) vivranno con orgoglio, ma anche con disappunto il confronto tra due giocatori che hanno regalato una stagione esaltante al basket pesarese.

Purtroppo, però, Pesaro non è in grado di competere con chi ha dietro un’intera nazione – Israele – anzi gli ebrei di tutto il mondo, con tanto di donazioni, o con chi è sostenuta da una banca che pure sarà salvata soltanto con un decreto governativo, altrimenti salterebbe in aria.

E’ doveroso farsene una ragione, anche se non è facile, ma oggi più che mai è il denaro che decide le sorti (anche) dello sport.

Dunque, nel Girone B di Eurolega, il cui sorteggio si è tenuto stamattina a Barcellona, sono inserite Maccabi Tel Aviv, Montepaschi Siena, Alba Berlino, Unicaja Malaga (e Daniel ritrova il suo ex coach a Treviso Jasmin Repeša), il Prokom Gdynia e l’Elan Chaon-sur-Saone.

E’ andata decisamente peggio all’EA7 Emporio Armani, finita nel Girone C con i campioni in carica dell’Olympiacos Pireo, Caja Laboral Vitoria (per Scariolo sarà un ritorno a casa, perché la squadra basca è stata la prima a concedergli fiducia in Spagna), Anadolu Efes Istanbul, Žalgiris Kaunas e Cedevita Zagabria.

La terza squadra italiana in Eurolega è Cantù, che però deve fare i preliminari a otto squadre, con una sola promossa. Non sarà facile vista la presenza dell’Unics Kazan, che però e nell’altra parte di tabellone a eliminazione diretta. Pertanto, se Cusin e compagni vorranno accedere al Girone A (Panathinaikos Atene, Real Madrid, Khimki, Fenerbahce Istanbul di Pianigiani e Olimpia Lubiana) dovranno superarsi e prima di tutto superare l’Academic Lukoil e poi la vincente tra Nimburk e Ostenda.

Intanto Gianluca Basile, lasciata Cantù, è approdato all’EA7 Emporio Armani. Trasferimenti clamorosi anche all’estero. In Spagna, Ante Tomić è passato dal Real Madrid a Barcellona, ma la squadra bianca ha ingaggiato Rudy Fernandez che ha preferito ala Liga Acb alla Nba, mentre Sofoklis Schortsanitis ha lasciato il Maccabi per tornare in Grecia, ma al Panathinaikos, dopo essere stato il centro dell’Olympiacos. Insomma, tanti giocatori felici.

Felice anche James White, che ha annunciato di essere stato ingaggiato dai New York Knicks con i quali giocherà la Summer League. A New York City, però, sono tutti presi dall’ingaggio di Jason Kidd e dalla trattativa per tenere Jeremy Lin, al quale i Rockets hanno offerto un quadriennale da 29 milioni di dollari. I Knicks sembrano orientati a pareggiare l’offerta per non perdere il cinese che ha sconvolto la Nba.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>