Cremona ama già la Vis: “Ho detto sì in 10 minuti”

di 

13 luglio 2012

PESARO – Luca Cremona non è Luca Bellucci ma il suo primo segno l’ha già lasciato: richiamare al Benelli, per la sua presentazione, nonostante il caldo africano, più di una ventina di tifosi. Entusiasmo (moderato, ma pur sempre apprezzabile) che non si vedeva da un pezzo. Perché? “Perché se compriamo i giocatori forti noi veniamo” ha fatto notare Mario Balduini, storica figura del tifo biancorosso. Cremona, sorridendo, ha incassato il primo complimento.

Luca Cremona con la nuova maglia della Vis Pesaro

Merito del suo curriculum: un campionato di D vinto a Montichiari (con cui ha poi disputato un campionato in C2 segnando 5 reti), playoff di D agguantati con il Real Montecchio di Lazzaro Gaudenzi, campionato d’Eccellenza vinto con l’Ancona, 8 reti l’anno scorso con la Santegidiese.

“Non è Bellucci. Nessun paragone – ha subito chiarito il direttore Leonardi -. Abbiamo stima e fiducia in Luca Cremona, sono sicuro che farà la sua strada. Qualche settimana fa ho parlato di scommessa, ma solo perché ha una similitudine con Bellucci: anche lui veniva da due tre stagioni senza molte realizzazioni. La scommessa Cremona è l’unico parallelo in questo: credo che le potenzialità di Cremona siano ancor inespresse, ha ottime caratteristiche tecniche e fisiche che non hanno mai collimato con una caterva di gol. Lui ha accettato con entusiasmo. Unica eccezione: non è della zona, è un conterraneo acquisito, ha giocato nel Real Montecchio da gennaio con transfert internazionle (dopo l’esperienza col Bellinzona, Serie B svizzera), segnando una decina di gol playoff compresi. Speriamo che partendo dall’inizio (nelle ultime tre stagioni Cremona è sempre arrivato a campionato iniziato, ndr) con una società come la nostra, con fiducia e il nostro ambiente, possa mettere in mostra le sue qualità. Per l’attacco ci fermiamo, per il momento. Con Vicini e Cremona, abbiamo già buone soluzioni. Più i nostri giovani. Ma se il mercato ce lo consentirà,  cercheremo di fare un ulteriore passo. Il budget è sacro”.

Leonardi, Cremona e Pandolfi

Leonardi, Cremona e Pandolfi

“Alla chiamata della Vis – ha spiegato Cremona – ho risposto subito di sì, scelta fondamentale, dopo 10 minuti ho detto subito sì, a prescindere dai soldi, mi rimetto in gioco. Un paio di settimane fa il primo contatto. So che posso dare tanto, darò il massimo se non oltre per questa maglia.  Se pareggio sto male se perdo impazzisco, anche se sto in panchina. La legge dei numeri per un attaccante, io sono stato sempre propenso a giocare per la squadra, ho sempre messo per prima la squadra, questo è il mio pensiero fisso, poi se riesco ad arrivare in doppia cifra sono contento. Avrò più responsabililtà quest’anno rispetto ad altre mie esperienze? La responsabilità ti porta a dare di più. Ancona? Storia passata. San Benedetto? Mi hanno aiutato a ripartire. A Sante’Egidio ci siamo messi d’accordo per gli stipendi arretrati”. Poi, il biglietto da visita: “Sono una prima punta, adoro fare la guerra, non mi tiro indietro, tecnicamente non sono malaccio, sono venuto per fare anche tanti gol, spero di farcela. E tre anni che non faccio ritiro: mi sono sempre preparato da solo in attesa di una chiamata. Quest’anno potrò allenarmi subito bene”.

Leonardi ha elogiato l’attaccante e l’accoglienza riservata:  “Bellucci ha fatto bene perché ha trovato ambiente, ma dal punto di vista tecnico Cremona è forse più completo. Penso che possa far bene. Siamo nelle mani di Dio. Ringrazio i tanti tifosi, amici della Vis, intervenuti: un bel segnale. Cosa succederà ora? Rinunciamo ad altro attaccante? Barbieri? Vogliamo verificare le cose, vedremo se giocheremo col 4-4-2 o 4-3-3. Abbiamo ottime seconde punte under, ma non vuol dire mollare una punta nuova. Vediamo e aspettiamo la calata di prezzi che ci saranno con la nascita  dell girone unico di Serie C. Non possiamo prendere top-player, ma un discreto giocatore o una scomessa sì. Barbieri? Pensiamo di aver trovato una soluzione utile ad entrambi. Il giocatore si è preso qualche ora di decisione. Lunedì comunicazione”. Possibile che il regista, che farebbe comunque molto comodo tra Urbinati e Alberto Torelli (in attesa del recupero di Omiccioli previsto per settembre), vada verso l’addio. Leonardi, infine, ha voluto leggere ai tifosi il fax arrivato in sede dalla Covisoc e relativo all’iscrizione al campionato 2012-13. “L’istruttoria ha dato esito positivo – ha letto Leonardi -. Importante e puntuale, senza nessuna remora”. La Vis, insomma, ha le carte in regola. E considerando che l’iscrizione costa circa 50 mila euro, non è poco.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>