Restiamo uniti. Ma Pedrosa stacca tutti, Vale compreso

di 

14 luglio 2012

MUGELLO – Per ora mettersi in testa Gianni Morandi non ha prodotto risultati. “Stiamo uniti” non è un suggerimento che prima Lorenzo, e poi Pedrosa (sua la pole defintiva) hanno fatto loro: il maiorchino è stato il più veloce anche nella terza e ultima sessione di prove libere del GP d’Italia con il tempo di 1’47″584, precedendo le Honda di Dani Pedrosa e Casey Stoner, secondo e terzo a 0″095 e 0″289. Poi, Pedrosa ha firmato la pole e il giro record del Mugello stampando un 1:47.284 e beffando lo stesso Lorenzo (2° a +0.139).

Rossi con il nuovo casco "morandiano"

Hayden, quarto, migliore Ducati, con Valentino Rossi solo decimo staccato dalla pole da più di un secondo. Con buona pace del casco con faccia e i pugni di Gianni Morandi, del festival del Mugello e di quel restiamo uniti che, visto l’ormai lunghissimo momento difficile di Rossi, ha detto idealmente a tutti i suoi tifosi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>