La “Fano dei Cesari” premia Lupo e Volpe. LE FOTO

di 

15 luglio 2012

FANO – Le conferme suggestive date dalla grandiosa sfilata dei figuranti e dalle ricostruzioni della Colonia Iulia Fanestris e le innovazioni introdotte, come la “Contesa della Fune”, la “Pugna gladiatoria” e la valorizzazione dei momenti culturali hanno premiato l’edizione 2012 della “Fano dei Cesari”.

 

Ieri, sabato 14 luglio, la manifestazione ha concluso spettacoli e gare proclamando altre due fazioni vincitrici dopo i premi consegnati al Cinghiale che ha conquistato il pubblico per la “Miglior sfilata” e la Volpe che ha sbaragliato gli avversari nella prova di cucina con le “Ricette di Apicio”.

 

Il "cinghiale"

Ad avere la meglio nella “Contesa della fune”, seguita alla parata dei figuranti, davanti all’Arco d’Augusto, è stata la fazione della Volpe che, con i suoi 10 combattenti, ha avuto la meglio sul Cinghiale.

 

La “Pugna gladiatoria” ha invece consacrato la destrezza e la forza dei gladiatori assegnati alla fazione del Lupo, Alessandro Vicomandi “Taurilus” e Luca Girolami “Serpentius”, entrambi della classe gladiatoria “retiarius”, in finale contro il Delfino rappresentato da Andrea Sabbatini “Astianax”, classe gladiatoria “secvtor” e Alessandro Bonacucina “Verres”, classe gladiatoria “scissor”.

 

“Le novità introdotte quest’anno -ha spiegato Maria Antonia Cucuzza, vice sindaco e assessore al Turismo, Eventi e Manifestazioni- hanno sottolineato il legame storico della città con la Roma antica. I tanti turisti che ieri affollavano il Pincio porteranno con sé immagini di uno spettacolo suggestivo e ricco di approfondimenti culturali, tra i punti vincenti dell’edizione 2012 della manifestazione”.

 

Il pubblico del Pincio ha poi assistito allo spettacolo “Di… pendiamo da un filo”, proposto dalla Colonia Iulia Fanestris, associazione culturale che, durante la settimana, ha dato lustro al programma della kermesse con ricostruzioni e momenti di didattica con il suo accampamento romano. Il legame tra fili, intrecci, trame è stato evocato dalle Penelope, Aracne e Minerva dei figuranti della Colonia che ha coinvolto nello show il gruppo “VisionAria”, esibitosi con evoluzioni a 6 metri di altezza.

 

 

Spazio, poi al divertimento e ai baccanali per la “Notte dei Cesari” che ha accompagnato i visitatori dalla zona Pincio al centro città per i tanti appuntamenti proposti dai commercianti, come l’esibizione della “Micio’s Band” in piazza, dei “Rinoceronti” alla “Piazzetta Brozzi” o le cene e aperitivi proposti dagli esercenti di piazza Andrea Costa e delle viuzze laterali. La festa si è poi spostata al Lido dove centinaia di giovani hanno ballato fino a tarda notte con gli appuntamenti di “Lido: Caput Mundi” promosso dal comitato dei commercianti della zona.

E’ stata premiata dalla presenza di centinaia di visitatori, molti dei quali turisti, l’edizione 2012 della “Fano dei Cesari” che ha chiuso i battenti con la spettacolare sfilata dei figuranti e le competizioni di gladiatori, nella serata di oggi, sabato 14 luglio.

 

Le migliaia di partecipanti al corteo in costume romano, suddivisi nelle fazioni del Lupo, Cinghiale, Volpe e Delfino, si sono dati appuntamento in viale Gramsci, per poi partire con un lungo corteo che ha attraversato la città fino ad arrivare davanti all’Arco d’Augusto trasformato in una magnificente scenografia per le esibizioni delle coreografie preparate dalle fazioni.

 

Ad aggiudicarsi il premio per la “Miglior Sfilata” è stata la fazione del “Cinghiale” che ha presentato uno spettacolo di ballo e recitazione, curato da Mattia Diamantini della new Latin Academy in onore di “Veneralia”, festività romana del 1° aprile dedicata a Venere.

 

A seguire è stata la premiazione della Volpe che giovedì sera ha conquistato il riconoscimento come miglior fazione per la sfida culinaria sulle “Ricette di Apicio” con il piatto “Cinghiale stufato ai sapori della terra”.

 

Soddisfatti il sindaco Stefano Aguzzi e il vicesindaco e assessore al Turismo, Eventi e Manifestazioni Maria Antonia Cucuzza che hanno aperto, anche loro in costumi romani, il corteo dei figuranti.

 

“Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo -ha detto Cucuzza-. Offrire al pubblico presente uno spettacolo unico in Italia. Siamo molto soddisfatti anche del riscontro ottenuto dalle iniziative culturali, dalle conferenze alle dimostrazioni storiche, scelte vincenti che hanno consentito all’evento di ottenere, tra l’altro, il patrocinio dalla Federazione Italiana Giochi Storici”.

 

“E’ stata un’edizione inedita -ha aggiunto il sindaco Aguzzi- legata più che mai alla storicità della nostra Fano e agli sport e competizioni che caratterizzavano l’epoca romana. Sfide tra gladiatori e tiro alla fune hanno sostituito egregiamente la corsa delle bighe coinvolgendo, da vicino, il pubblico presente. La Fano dei Cesari continua ad essere un evento molto partecipato da fanesi e turisti mantenendo alto il suo livello nonostante i tagli che abbiamo apportato alla manifestazione”.

 

Andrea Baldini, della Federazione Italiana dei Giochi Storici, sul palco d’onore durante gli spettacoli ha precisato “è stato una serata davvero bella che ha merito appieno il patrocinio che l’associazione ha dato all’edizione 2012 della ‘Fano dei Cesari’. La grande partecipazione di pubblico e la cura delle esibizioni storiche proposte ci spingono ancor più ad accogliere l’evento all’interno della Federazione. Risultato che consentirà all’appuntamento fanese di farsi conoscere a livello internazionale”.

 

Dopo la sfilata è stato il momento delle novità di quest’anno. Davanti all’Arco d’Augusto i rappresentanti delle fazioni si sono sfidati prima nella “Contesa della fune” poi nei combattimenti proposti durante la “Pugna Gladiatoria”. A seguire le fasi di gara un pubblico partecipe ed entusiasta che ha sostenuto gli sfidanti fino al termine delle competizioni.

 

La Colonia Iulia Fanestris, fiore all’occhiello della manifestazione ha chiuso gli spettacoli della zona Pincio con “Di… pendiamo da un filo”, ricostruzione dei miti dell’Antica Roma in cui si è parlato di “fili, di trame e di tessitura, attività artigianale tra le più antiche”. Particolarmente apprezzate le esibizioni del gruppo “Visionaria” che si è esibito con acrobazie ed evoluzioni aeree da un’altezza di oltre 6 metri.

 

Gladiatori, ancelle, muse hanno poi invaso la città per le iniziative ideate dai commercianti del centro storico e della zona mare per la “Notte dei Cesari” con concerti, cene e aperitivi a tema fino a tarda ora.

 

 LA FOTO:

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>