Torriani: “Il fondo Anticrisi è anche merito del Pd”

di 

20 luglio 2012

FANO – “In una recente nota l’assessore ai servizi sociali del Comune di Fano, Davide Del Vecchio, annuncia che il 18 luglio uscirà il bando per il primo blocco del fondo anticrisi. Il finanziamento totale è di 630mila euro, di cui 130mila già a disposizione. I 240mila che saranno fruibili a breve verranno ripartiti in 80mila per i buoni spesa, 95mila per i canoni di affitto, 50mila per le utenze domestiche e 15mila per le rette degli asili nido e delle scuole materne. Un ulteriore blocco di 260mila euro partirà più avanti e verrà ripartito in tirocini formativi e microprogetti”.

A scriverlo è il gruppo consiliare fanese del Pd, che continua riprendendo le parole dell’assessore ai servizi sociali. “Il fondo del nostro comune – ha spiegato Davide Del Vecchio – è uno dei più grandi della regione, segno dell’importanza di questo settore per l’amministrazione fanese”. Tutto bene. Peccato che l’assessore si sia dimenticato di dire che tale fondo è così consistente grazie ad un emendamento presentato dal Pd in sede di discussione del bilancio preventivo 2012 e votato a maggioranza in Consiglio comunale in cui venivano “tolti” 200mila euro alla Fondazione Teatro e all’Ente Manifestazioni per andare a “rimpinguare” il Fondo Anticrisi, suscitando l’ira di Santarelli, allora assessore al turismo, e di De Leo, presidente della Fondazione Teatro. In particolare De Leo, appreso dell’esito della votazione del Consiglio comunale, si precipitò a mezzanotte in Consiglio comunale minacciando di dimettersi se non gli fossero stati “restituiti” tali fondi. In quell’occasione i rappresentanti della giunta all’unisono dissero che i fondi a disposizione erano a sufficienza e che non ne servivano altri, dando parere negativo a tale emendamento”.

“Ovviamente siamo soddisfatti – chiudono i democratici fanesi – che l’assessore Del Vecchio sia ora orgoglioso di questo e dica che tale fondo sia uno dei più grandi della regione. Avremmo gradito che fosse dato merito anche al Pd ed ai consiglieri comunali che votarono tale emendamento al fine di sostenere le famiglie in difficoltà in questo grave momento di crisi economica”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>