Aguzzi coi terremotati: “Lo Stato li ha dimenticati”

di 

28 luglio 2012

di Stefano Aguzzi*

FINALE EMILIA (Modena) – Nella giornata di ieri, assieme ad alcuni rappresentanti della Coop. Pesce Azzurro, siamo stati nella zona terremotata di Finale Emilia per portare un migliaio di pasti e il risultato di una raccolta fondi.

Il sindaco di Fano Stefano Aguzzi a pranzo nella tendopoli di Finale Emilia assieme ai terremotati

Il sindaco di Fano Stefano Aguzzi a pranzo nella tendopoli di Finale Emilia assieme ai terremotati

Mi sono reso conto della drammaticità del dover vivere ancora nelle tende, in campi chiusi e vigilati. C’erano 41 gradi.

Ho visto la tristezza di un centro storico con tutti i suoi monumenti crollati, con la memoria storica cancellata, la maggior parte delle case, tutte le chiese e tante scuole molto danneggiate. C’erano gli alpini, i vigili del fuoco, la croce rossa, la protezione civile ed altri volontari da tante Regioni d’Italia pronti a dare il massimo…

Ho visto la gente del luogo che non si rassegna, che vuole guardare avanti nonostante tutto; ho conosciuto il sindaco ed i suoi collaboratori, persone giovani e motivate che, con una schiettezza e una forza incredibile, affrontano la situazione. Sono rimasto esterrefatto quando mi hanno detto che ancora, dallo Stato e dal governo, non hanno ricevuto alcun contributo, addirittura non sono stati nemmeno esentati dal Patto di Stabilità. In teoria i Comuni non possono nemmeno spendere i soldi che hanno, una differenza di visione che stride in queste situazioni e che voglio denunciare tra chi – cittadini, amministratori, imprenditori e volontari – si impegna con mezzi limitatissimi per riprendere il cammino.

Temo che lo Stato ed il governo stiano sottovalutando la situazione tendendo a mettere nel dimenticatoio un’emergenza che merita e necessita invece la solidarietà e l’aiuto di tutti.

L’iniziativa lodevole della Coop. Pesce Azzurro dovrebbe essere presa d’esempio dal numeroso mondo dell’associazionismo, ma soprattutto faccio appello a tutti coloro che ricoprono incarichi a livello parlamentare e governativo affinché queste emergenze vengano affrontate in campo, direttamente con gli amministratori e i cittadini colpiti, con azioni forti e risolutive.

Ci tenevo a portarvi a conoscenza, per quanto mi è possibile, di quello che ho potuto vedere perché questa grave situazione non passi nel dimenticatoio generalizzato.

*Sindaco di Fano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>