Goletta Verde accusa, Aguzzi: “Mare super controllato”

di 

7 agosto 2012

FANO – Non ci sta il Sindaco Aguzzi a sottostare ai giudizi di Goletta Verde che, questa mattina, afferma che le acque delle Marche sono tra le più inquinate d’Italia e Fano è tra le città con maggiori problemi.

Le analisi di Goletta Verde sono state effettuate alla foce di un fiume ed è noto che nelle foci possono esservi degli inquinanti di vario tipo provenienti anche dall’entroterra tant’è che alla Foce del fiume Metauro c’è un ordinanza fissa di divieto di balneazione.

Il Sindaco precisa che l‘acqua del mare antistante la città di Fano è costantemente controllata e rispetta ampiamente i limiti di legge. Non a caso su tutti i 22 km di costa fanese è stata ottenuta anche quest’anno la bandiera blu.

“Poche città come la nostra, continua il Sindaco, possono vantare un allaccio alla rete fognaria e quindi alla depurazione del 99% delle acque reflue di tutto il territorio comunale, quindi non c’è acqua prodotta nel nostro territorio che, prima di entrare in mare, non passi attraverso la rete gestita dalla società Aset spa che da sempre svolge un lavoro eccellente in questo campo.

Ci tenevo a tranquillizzare i fanesi e tutti i turisti presenti in questo momento nel nostro territorio sulla qualità delle nostre acque.

Per quanto concerne il provvedimento di Ordinanza da me emesso in data di ieri per la non potabilità dell’acqua, questa è causata da una rottura dell’acquedotto principale che dal potabilizzatore di Tavernelle confluisce l’acqua prelevata dal fiume Metauro alle città di Fano e Pesaro. A causa di tale rottura il corso dell’acqua si è dovuto interrompere e vediamo quanto la vicina città di Pesaro ne stia soffrendo mentre, in questo caso, la nostra città ha la fortuna e l’opportunità di poter attingere acqua dai numerosi pozzi comunali che non risentono della carenza ma purtroppo, da alcune analisi, hanno constatato una soglia di nitrati superiore alla norma consentita per legge.

Stefano Aguzzi

Voglio rassicurare tutti i cittadini sul fatto che a Fano l’acqua non manca e non mancherà in tutti quei servizi erogati dall’acquedotto comunale, l’unico accorgimento che voglio fare è di non utilizzarla temporaneamente per uso alimentare bensì solo per uso igienico personale fino a revoca dell’Ordinanza.

Un ultima raccomandazione, attenzione a non sprecarla in alcun modo perché le previsioni meteorologiche non prevedono piogge per le prossime settimane”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>