“Mappare” l’edilizia pubblica per una riqualificazione energetica e architettonica, successo del seminario a Belforte all’Isauro

di 

7 agosto 2012

BELFORTE ALL’ISAURO – Proporre ad enti pubblici e operatori privati una serie di azioni concrete per il risparmio energetico, formulando anche criteri per “mappare” l’edilizia pubblica più adatta ad una riqualificazione energetica ed architettonica e creando una “rating – list” degli edifici pubblici più virtuosi, in collaborazione con i Comuni. Sono gli obiettivi a cui lavorerà nell’immediato la Fondazione italiana di Bioarchitettura e antropizzazione sostenibile dell’ambiente. Lo ha annunciato il suo presidente Wittfrida Mitterer a conclusione dell’interessante seminario organizzato dalla Fondazione nel Castello di Belforte all’Isauro, a cui ha partecipato anche Alessandro Carettoni, consigliere del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, insieme ad una quarantina di esperti nei settori del risparmio energetico e della sostenibilità del costruire, provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Un momento del seminario con esperti

Accolti dal sindaco Sauro Brisigotti, i partecipanti hanno dato vita ad una “tre giorni” ricca di dibattiti, confronti e casi concreti, con l’obiettivo di individuare soluzioni all’avanguardia per costruire in sintonia con l’ambiente naturale e rendere le città ed il patrimonio edilizio a misura d’uomo. Particolare attenzione è stata dedicata all’inquadramento e sviluppo delle fonti rinnovabili e alla normativa vigente, introducendo linee guida, finanziamenti, organizzazione e tempi di realizzazione di progetti volti al raggiungimento del risparmio energetico. Al riguardo, Alessandro Carettoni ha illustrato le novità del quinto conto energia e le azioni concrete del ministero dell’Ambiente su risparmio energetico e salvaguardia dell’ambiente.

Al seminario, volto anche a creare opportunità di lavoro, sono intervenuti qualificati relatori a livello nazionale ed internazionale: dal vice presidente della Fondazione di Bioarchitettura Massimo Pica Ciamarra (di chiara fama nel mondo dell’architettura) al dirigente Energy Manager del Comune di Pesaro nonché segretario della Fondazione Annarita Santilli (che ha illustrato le azioni pilota avviate dall’ente ed i risultati ottenuti, fornendo proposte e suggerimenti concreti per il futuro), dal presidente dell’Unitel (Unione dei tecnici degli enti locali)Bernardino Primiani all’ingegnere Andrea Merlo (che ha mostrato esempi concreti e innovativi di riqualificazione edilizia a piccola scala), dall’ingegnere tedesco Thomas Sandner (che ha evidenziato la situazione in Germania e la green economy già in atto), al professionista e amministratore delegato della multinazionale Abakus – Solar Arnaldo Da Vià (che ha illustrato le azioni dell’imprenditoria nazionale nella realizzazione di sistemi innovativi di efficienza energetica, anche alla luce delle previsioni di mercato), fino al consigliere per lo Sviluppo locale del Comune di Formello Valentina Maccari. Grazie all’esperienza dei partecipanti e alla provenienza da diversi ambiti di intervento (enti locali, università, Ministeri, mondo delle professioni e delle imprese private del settore), il seminario promosso dalla Fondazione, alla cui realizzazione ha contribuito anche “Abakus – Solar Italia, ha potuto offrire un quadro completo della situazione italiana e delle possibilità di operare sul versante del risparmio energetico, attraverso una concreta sinergia tra pubblico e privato e la crescita scientifica e culturale delle professionalità del settore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>