La polizia dona i caschetti ai giovani ciclisti

di 

8 agosto 2012

PESARO – E’ il tema dell’estate 2012 solo per chi vive con le fette di prosciutto agli occhi e non si accorge della pericolosità del fenomeno. Le biciclette sono pericolose. In verità, sono i ciclisti a essere pericolosi con atteggiamenti irresponsabili che rischiano di provocare tragiche conseguenze. Sono noti e recenti accadimenti, non ci sarebbe bisogno di ulteriori commenti, meno che meno di manifestazioni atte a richiamare l’attenzione. Niente da fare, così, anche se è doveroso sottolineare l’impegno della polizia di Stato, non si comprende perché lo stesso comportamento venga punito o meno se attuato da un automobilista o da un motociclista e non da un ciclista.

bicicletta

Pesaro – ma non solo Pesaro – va contromano, pedala sui marciapiede, non si ferma al rosso del semaforo. E pretende di restare impunita. Incoraggiata da dichiarazioni fondamentaliste di politici che sostengono: Poiché andare in bicicletta fa bene alla salute e riduce l’inquinamento, è giusto concedere ai ciclisti di fare il proprio comodo”. Un comportamento pericoloso. Come dimostra la cronaca.

Chi scrive va a piedi e in bicicletta, cammina 15 chilometri o ne raggiunge 40 pedalando. Quindi non può essere definito uno che non ama la bicicletta. Ma…

Sì, c’è un ma. Chi non rispetta le regole, attraversa col rosso, pedala sulle strisce pedonali, pedala telefonando, o peggio ancora va contromano e sui marciapiede non è pericoloso solo per se stesso. Mette in difficoltà anche gli altri. Spesso questi altri sono proprio ciclisti.

Rispettando le regole del Codice della Strada si vive meglio. Se non si rispettano, si intervenga. Come accade con automobilisti e motociclisti.

In attesa che le autorità facciano il loro dovere, è doveroso segnalare un’importante iniziativa della Polizia di Stato che, “nell’ambito del progetto “Bici Sicure”, allo scopo di fare promozione in favore della sicurezza stradale, giovedì 9 agosto 2012, alle ore 10.30, in Piazzale della Libertà, donerà dei caschetti ai ragazzi dell’Associazione Azobè Onlus di Pesaro (che si occupa attivamente della realizzazione di programmi di sostegno educativi, didattici e familiari rivolti ai minori) ed a tutti i piccoli ciclisti presenti. L’iniziativa verrà realizzata grazie al sostegno della Confartigianato di Pesaro e della ditta VeloMarche di Sant’Angelo in Lizzola”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>