Stallo senza pace tra riti satanici e accuse

di 

9 agosto 2012

PESARO – Non c’è pace per lo Stallo, centro di volontariato per il recupero e adozione di cani randagi di Candelara. Dopo essere finito sotto sequestro a giugno per presunti maltrattamenti di animali (dopo un’indagine del Corpo forestale dello Stato), e aver ricevuto la  conferma del provvedimento a fine luglio, le due proprietarie oggi lamentano di essere “ormai da mesi tormentate con attacchi sia di carattere personale sia nei confronti della loro attività’’.

Cani all'interno di un canile

Secondo le due titolari, questi detrattori avrebbero contattato veterinari e sindaci nell’intento di “ostacolare qualsiasi tipo di aiuto e di collaborazione’’. Non solo: davanti la loro abitazione sarebbero state poi trovate tracce di riti satanici. Ricordiamo che gli animali che prima risiedevano nel canile sono stati da tempo trasferiti in altre strutture.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>