E Belloni lavora per una Pesaro da Iron Man

di 

10 agosto 2012

PESARO – L’assessore Belloni, forse, non sarà un Iron Man ma se dovesse spuntarla anche questa volta potrebbe iscriversi e gareggiarci. La notizia: Il Comune di Pesaro sta cercando di portare nella nostra terra una tappa dell’Iron Man, la sfida cult per ogni amante dell’estremo. I numeri per capire di cosa stiamo parlando: una tappa dell’Iron Man è una gara che prevede 4 chilometri a nuoto, 180 in bici e 42 piedi. Richiama una media di 3000 partecipanti provenienti da 51 paesi. In Italia non è mai stato fatto.

Presentazione Pesaro Rugby 2011-2012, Enzo Belloni

L'assessore Belloni nella foto Marco Giardini

Per partecipare alla gara, che ha il suo culmine da sempre nella tappa finale alla Hawaii, servono 800 euro a persona. E, sappiatelo, c’è gente che non ci pensa un attimo a tirarli fuori per dire di aver partecipato alla gara per uomini di ferro. “Cercheremo di portalo qui. In Italia non c’è mai stato – ha rimarcato Belloni che, da tempo, ha avviato contatti con l’organizzazione -. L’ultimo Iron Man si è svolto in Svizzera. Cercheremo di averlo a Pesaro anche perché è stato proprio un pesarese, Luciano Furlani, il primo italiano a partecipare alla gara delle Hawaii. Si tratterebbe di un evento doppio, anche perchP sarebbe la prima volta per Italia. Ci Siamo già mossi e contiamo di avere una risposta positiva per il 2013, tra settembre e ottobre. Questo settembre, invece, riceveremo una commissione che valuterà il possibile percorso. Questo evento coinvolgerebbe per la sua portata, attraverso la gara, tutta la provincia. Porta presenze di qualità; gente che paga 800 euro per la gara non ha poi problemi a spendere e si dovrà intrattenere a Pesaro più giorni qui. Fondamentali sono state anche le riprese televisive del giro d’Italia, che ci hanno aiutato a farci conoscere nel mondo”.

Pesaro, quindi, punta sempre di più a diventare città dello sport e degli sportivi.

A febbraio, infatti, verrà organizzato il campionato italiano di ginnastica artistica mentre la novità è rappresentata dalla scherma con il trofeo kinder: previsti oltre mille atleti, all’Adriatic Arena, per primi di aprile. Confermata probabilmente anche la Coppa del Mondo di ginnastica. Altra new entry: il campionato italiano di ballo, sempre all’Arena e sempre in bassa stagione turistica e l’idea di portare anche il campionato italiano di calcio balilla. Non solo: si cercherà di riempire anche quella che risulta essere la settima più critica dell’estate pesarese, l’ultima di luglio (che non ha manifestazioni estive previste e aspetta l’inizio del Rof). Per il prossimo anno, per questo, l’idea è quella di creare tre eventi caratteristici: la Notte bambini, la Notte della musica e, novità, la Notte della danza che avrà una sua “puntata zero” questo settembre. Sarà un test. “Il messaggio è che a Pesaro ci si diverte – ha spiegato il sindaco – anche se di pari passo c’è stata una forte crescita culturale con eventi come Macula, alla Biblioteca San Giovanni, da Franca Mancini, in via Passeri per la mostra del cinema, con il Jazz a piazzale Collenuccio, con l’angolo della Poesia e aspettando il momento di passaggo definitivo del museo”. Non è un caso che un degli ingegneri che seguono il lavoro dell’autostrada resterà a vivere a Pesaro: dopo aver girati mezza Italia, ha deciso di prendere casa qui.

Per i più puntigliosi e per chi volesse saperne di più: si possono trovare notizie dettagliate sull’Iron man consultando il sito www.ironman.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>