Ferragosto bollente: un arresto e diverse denunce

di 

17 agosto 2012

FANO – I carabinieri della compagnia di Fano eseguono, nel corso dei servizi di controllo del territorio predisposti per il Ferragosto, un arresto e diverse denunce. Recuperata una potente autovettura rubata del valore di oltre 20.000 euro, sequestrato un coltello a serramanico ed eseguito il sequestro di due dosi di cocaina.

Carabinieri Fano

Carabinieri in azione

I militari fanesi, negli ultimi giorni, nel corso dei servizi di controllo del territorio predisposti nell’ambito dell’operazione “Ferragosto sicuro” e finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio ed al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno eseguito una serie di verifiche di polizia con presidi assicurati nei luoghi di maggiore affollamento, locali notturni passati al setaccio e controlli effettuati in diverse zone della città anche nei confronti di soggetti sottoposti a misure cautelari e di sicurezza. Consistente lo spiegamento di forze messo in campo dai carabinieri della compagnia di Fano, che hanno così provveduto ad assicurare un adeguato pattugliamento del territorio.

Un 30enne tunisino già noto alla giustizia è stato arrestato dai militari della stazione di Marotta per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: sarebbe stato sorpreso mentre spacciava due dosi di cocaina a un tossicodipendente della zona. La sostanza stupefacente, pari a circa due grammi di cocaina, è stata sottoposta a sequestro, mentre per Mourad Dhifallah si sono aperte le porte del carcere di Pesaro.

Una denuncia per porto illegale di armi è stata formulata dai carabinieri di Mondolfo nei confronti di un 22enne tunisino, anche lui noto alla giustizia, trovato in possesso di un coltello a serramanico con lama di 8 centimetri circa, che deteneva nella tasca dei pantaloni. Il coltello, di genere proibito, è stato sottoposto a sequestro.

I militari della stazione di Fano hanno denunciato all’autorità giudiziaria per furto aggravato un 47enne campano, pure lui noto alla giustizia, che in località Metaurilia, dopo aver praticato un foro alla serratura delle portiere di due autovetture parcheggiate nei pressi del sottopassaggio per il mare, avrebbe asportato alcuni oggetti di valore lasciati all’interno. L’uomo è stato individuato grazie al riconoscimento fotografico fatto eseguire dai carabinieri del luogotenente Gabriele Bove a una delle vittime, a cui sono state mostrate le foto segnaletiche di diversi pregiudicati dediti ai furti su autovetture e che ha riconosciuto tra queste, senza ombra di dubbio, quella relativa al responsabile dell’azione delittuosa. Una delle vittime, infatti, avrebbe visto l’uomo armeggiare vicino alla propria autovettura per poi allontanarsi velocemente su di una macchina di colore scuro. Una volta identificato, anche grazie a ulteriori riscontri investigativi acquisiti dai carabinieri, il 47enne è stato così assicurato alla giustizia.

Sempre i militari della stazione carabinieri di Fano hanno denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria di Pesaro per maltrattamenti in famiglia un 53enne operaio albanese residente a Fano che, per futili motivi, da diverso tempo poneva in essere reiterati maltrattamenti e violenze fisiche nei confronti della moglie e dei due figli. L’altro giorno, al verificarsi dell’ennesimo episodio di violenza, è stato richiesto telefonicamente l’intervento dei militari ai quali le vittime hanno così rappresentato quanto da tempo avveniva all’interno della mura domestiche. Da ciò la denuncia formulata dai carabinieri a carico dell’operaio. Una potente autovettura BMW modello X3, risultata rubata alcuni giorni addietro nella provincia di Ancona e del valore di oltre 20.000 euro, è stata individuata e recuperata dai militari del nucleo radiomobile nella periferia di Fano. Il mezzo nei prossimi giorni sarà restituito al legittimo proprietario.

Infine, altre due denunce, per guida in stato di ebbrezza alcolica e per guida sotto l’influsso di sostanze stupefacenti, sono state formulate rispettivamente a carico di un 25enne e di un 24enne residenti nella zona. Le patenti di guida dei due giovani sono state ritirate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>