Il Pdl: “Il comportamento di Signoretti è inaccettabile”

di 

17 agosto 2012

Dario Andreolli

Dario Andreolli, consigliere comunale del Pdl

PESARO – “Un vero colpo di mano ferragostano”. Non usano mezzi termini i consiglieri del Pdl Dario Andreolli e Roberto Biagiotti, componenti della commissione Servizi educativi, per definire l’ennesima improvvisa modifica all’organizzazione degli asili comunali realizzata dall’assessore Signoretti.

“All’inizio di agosto, in una riunione convocata in poche ore e tenutasi in gran segreto, è stato comunicato ai due rappresentanti del comitato di gestione dell’asilo “Peter Pan” di via Livorno che esternalizzeranno tale struttura un anno prima del previsto, dando alle ortiche i discorsi sull’esternalizzazione verticale, i mesi di confronto con le psicopedagogiste e le promesse sulla continuità didattica. Questo importante cambiamento, che desta numerose preoccupazioni nelle famiglie, è avvenuto senza un preventivo confronto né con la commissione consiliare, tenuta all’oscuro di qualsiasi informazione, né con le famiglie che negli anni passati si sono dimostrate sempre collaborative nel proporre e suggerire idee e proposte. E’ triste constatare come si continuino a illudere famiglie con progetti condivisi che vengono abbandonati alla prima occasione e alla prima difficoltà”.

“Nel mese di luglio – continuano Andreolli e Biagiotti – a più riprese abbiamo chiesto al presidente della commissione Alessandro Pagnini (del Pd come l’assessore, ndr) di verificare se ci fossero novità in vista su cui discutere in commissione e puntualmente ci è stato risposto che l’assessore non aveva comunicazione urgenti da fare. Constatiamo con ironia e imbarazzo che (fortunatamente) non sono solo i consiglieri del Pdl a essere tenuti all’oscuro delle decisioni assunte dall’assessore”.

“Presenteremo prima possibile un’interpellanza consiliare – concludono i consiglieri comunali Pdl – nella quale chiederemo spiegazioni sul merito e sul metodo di tale cambiamento e valuteremo la possibilità di dimetterci dalla commissione Servizi educativi, considerata dall’assessore, non come un’opportunità di confronto, ma solo uno strumento da cui difendersi e a cui tener nascoste le informazioni”. Firmato Dario Andreolli e Roberto Biagiotti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>