La Vuelle sta per firmare anche l’ala grande

di 

22 agosto 2012

PESARO – Questione di centimetri. Negli States o sei un fenomeno capace di produrre punti e spettacolo a dispetto della tua statura oppure vieni giudicato prima per la tua altezza e poi per le tue capacità. Così ormai per fare il playmaker devi essere alto almeno 190 centimetri, le guardie sfiorano i due metri e per giocare da numero tre o quattro ti devi avvicinare ai 210 centimetri. Tutti coloro che, pur dotati di talento cestistico, sono carenti in centimetri o aspettano pazientemente di allungare le panchine delle squadre Nba oppure tentano la fortuna oltreoceano andando a riempire i roster delle formazioni europee che devono essere pronte a cogliere le migliori occasioni che si presentano.

Lamont Mack

Lamont Mack (foto nba.com)

Il mercato americano della Vuelle si sta muovendo proprio su questi binari: dopo aver firmato il play Reggie Hamilton che arriva a 180 centimetri con un buon paio di Nike con rinforzino sotto le suole, Pesaro sta per firmare Lamont Mack, colored di 201 centimetri, 25 anni, nativo di Chicago che sarà la nuova ala grande della squadra allenata da coach Ticchi.

La sua carriera professionistica, dopo due anni di college senza essere selezionato per il draft Nba, inizia nel 2009 con la maglia dell’Aek Atene dove rimane fino al gennaio 2011, data in cui si trasferisce in Bulgaria nelle file del Lukoil Academic. Con la formazione di Sofia ha giocato con il numero 22 vincendo il titolo nazionale e partecipando anche alla prima fase dell’Eurocup tenendo una media di 10 punti e 5 rimbalzi a partita. Discreto tiratore da tre, preferisce concludere avvicinandosi al canestro dove può far male anche dai quattro metri. Non sembra essere un grandissimo rimbalzista offensivo, mentre in difesa le sue carambole vengono conquistate più per senso di posizione che per le sue doti di saltatore. In America aveva iniziato come “numero tre”, mentre appena sbarcato in Europa si è dovuto reinventare ala grande perdendo un po’ di sicurezza nel suo tiro da fuori, ma acquisendo fiducia nella lotta sotto le plance.

Cresciuto nella periferia di Chicago, Lamont Mack ha trovato nel basket la sua uscita di sicurezza da un ambiente difficile, come spesso avviene negli States, mantenendo quell’atteggiamento un po’ sopra le righe di chi è abituato a cavarsela da solo anche in situazioni complicate. Ricorda un po’ Ron Slay sia per il comportamento in campo sia per le qualità tecniche, anche lui sembra un tipino non facile da gestire. Speriamo che coach Ticchi abbia le spalle larghe per dirigere una squadra che sta prendendo forma con giocatori dotati di una forte personalità.

La firma del nuovo americano della Vuelle è attesa per i prossimi giorni, ma non ci dovrebbero essere sorprese avendo già raggiunto l’accordo con il suo procuratore. Con l’ingaggio di Amoroso, rimangono due le caselle ancora da riempire: quella dell’ala piccola titolare, con Austin Freeman che si allontana in direzione Pistoia, e quella della guardia comunitaria, che dividerà il minutaggio con Daniele Cavaliero, autore nella bella vittoria della Nazionale italiana contro la Turchia di una tripla fondamentale nell’ultimo minuto.

 

La Vuelle 2012-13

Playmaker: Hamilton, Traini
Guardia. XXX(comunitario), Cavaliero
Ala Piccola: XXX(americano), Amici
Ala Grande: Mack?, Flamini
Centro: Crosariol, Amoroso

Un commento to “La Vuelle sta per firmare anche l’ala grande”

  1. agoluca scrive:

    non mi convince per nulla, la scelta di affiancare a crosariol nel ruolo di lungo, amoroso, sarebbe stato piu’ logico acquistare un centro americano, ma sicuramente al momento della firma di crosariol, lo stesso ha voluto come garanzia di non avere un pivot americano “fra i piedi”. Secondo me, un quintetto con play americano,cavaliero, ala piccola americana, amoroso e centro straniero sarebbe presentabile, ovviamente con tutte le incognite del caso,prevedo, sempre che entrino soldi freschi da parte di qualche sponsor, cambiamenti in corsa gia’ dopo un paio di mesi (pivot americano, piu’ forse guardia straniera con punti nelle mani).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>