Beccati i ladri di stivali: denunciati tre stranieri

di 

24 agosto 2012

Carabinieri in azione

FANO – I carabinieri della compagnia di Fano nel corso dei servizi straordinari contro la microcriminalità recuperano refurtiva – 120 paia di stivali da donna – per oltre 10.000 euro ed eseguono arresti e denunce. Ammanettato in spiaggia un pericoloso ladro di portafogli, uno spacciatore ricercato dalla giustizia ed un evaso.

Continuano i servizi straordinari di controllo del territorio svolti dai militari della compagnia carabinieri di Fano nell’ambito della pianificazione “Estate tranquilla”. Nella periferia di Fano i militari della stazione di Marotta hanno tratto in arresto un 37enne siciliano già noto alla giustizia con le accuse di furto aggravato. L’uomo, approfittando della momentanea assenza del proprietario che si era allontanato dall’ombrellone, gli avrebbe rubato il portafogli dandosi alla fuga inseguito da alcuni bagnanti, i quali hanno poi chiamato i militari. Questi ultimi hanno individuato e arrestato il responsabile recuperando la refurtiva, che è stata restituita al legittimo proprietario, mentre il 37enne è stato condotto nelle camere di sicurezza del comando.

Un 39enne già noto alla giustizia è stato tratto in arresto sempre dai carabinieri di Marotta poiché colpito da ordine di carcerazione emesso dall’autorità giudiziaria di Mantova: doveva scontare la pena di due anni e quattro mesi di reclusione per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato tradotto in carcere.

A Fano, i carabinieri della stazione di Mondolfo hanno tratto in arresto un 24enne di origine slave, anche lui già noto alla giustizia, il quale, sebbene fosse agli arresti domiciliari per furto, si era allontanato dalla propria abitazione aggirandosi con fare sospetto nei pressi di alcune abitazioni. Lo straniero è stato condotto in carcere.

Un 50enne albanese già noto alla giustizia è stato denunciato, sempre dai carabinieri di Mondolfo, per furto aggravato: avrebbe asportato 160 mattonelle da un cantiere edile del luogo. La refurtiva, del valore di 200 euro circa, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

Ed ancora i carabinieri della stazione di Mondolfo hanno denunciato all’autorità giudiziaria, per “ricettazione in concorso tra loro”, tre stranieri noti alla giustizia. Si tratta di due albanesi nullafacenti di 43 e 27 anni e di un 26enne operaio pakistano. Nella loro abitazione di Mondolfo avrebbero nascosto oltre 120 paia di stivali in pelle da donna risultati asportati nel periodo di Ferragosto dall’azienda calzaturiera “Newton Group” di Mondolfo e che, a breve, con un furgone, sarebbero stati probabilmente trasferiti all’estero per la vendita. La refurtiva, del valore di circa 10.000 euro, è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. Ad aggravare la posizione dei tre anche la circostanza che il 26enne, qualche mese addietro, avrebbe lavorato per conto del connazionale imprenditore ed era a conoscenza di diversi aspetti legati all’attività produttiva della ditta.

Infine, due denunce per guida in stato di ebbrezza sono state formulate a carico di due giovani del luogo, sorpresi dai militari del nucleo operativo e radiomobile alla guida delle proprie autovetture in grave stato di alterazione psicofisica derivante dall’abuso di alcol. Le patenti di guida dei due ragazzi sono state ritirate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>