“Maxi parcheggio in viale Trieste? Operazione sbagliata e considerazioni ipocrite”

di 

2 settembre 2012

da Massimiliano Nardelli, consigliere comunale Pdl, riceviamo e pubblichiamo

 

PESARO – L’Amministrazione comunale e la Pesaro Parcheggi stanno tentando di spacciare la realizzazione del maxi parcheggio di Viale Trieste come opera indispensabile per il rilancio del settore turistico. Mai come adesso queste considerazioni si possono considerare assolutamente ipocrite.

 

Massimiliano Nardelli

Massimiliano Nardelli, consigliere comunale del Pdl

Massimiliano Nardelli, consigliere comunale PDL, afferma che da decenni i cittadini e gli operatori economici chiedono interventi per il rilancio del sistema turistico nella nostra città partendo proprio dal tema delle infrastrutture. Il risultato è che poco o nulla è stato fatto in questa direzione, tanto che gli stanziamenti nei bilanci comunali degli ultimi anni sono stati risibili. Oggi l’amministrazione comunale e la Pesaro Parcheggi ci vengono a dire che occorre rilanciare il settore turismo partendo dalla realizzazione di un’opera che non serve alla città solamente perchè si tratta di fare affari che andranno a vantaggio di una società partecipata del Comune di Pesaro.

 

Occorre sottolineare, ancora una volta, che nessuno dei due soggetti interessati ha giustificato le motivazioni effettive che devono portare alla realizzazione di questo parcheggio. Noi, invece le ragioni del no le abbiamo messe nero su bianco.

 

Gli alberghi sono già forniti di parcheggi interni: l’unica cosa che potrebbero fare e’ affittare i posti macchina acquistati ma questo investimento sarebbe poco remunerativo essendo il periodo limitato alla sola stagione estiva. Non esiste una domanda di parcheggio pertinenziale da parte dei residenti del centro sia per la distanza sia per l’esistenza del parcheggio del Curvone, che si è dimostrato uno degli investimenti più sbagliati degli ultimi anni.Non esiste, quindi, la prospettiva di una domanda di acquisto tale da pianificare un investimento di oltre 15 milioni di euro. Inoltre, per costruire questo maxi parking, verrebbero eliminati circa 90 posti auto gratuiti che verrebbero trasformati, dal futuro gestore del parcheggio ovvero la Pesaro Parcheggi, in stalli a pagamento.

Infine la pedonalizzazione di Viale Trieste avrebbe come prima conseguenza il blocco del traffico residenziale e commerciale che si scaricherebbe su Viale Trento e Viale Cesare Battisti e metterebbe in seria difficoltà il futuro delle attività commerciali esistenti, dei negozi, dei ristoranti e dei bar che lavorano lungo il viale.

 

Ecco perchè quest’operazione è assolutamente sbagliata e non serve alla nostra città.

 

Tutti siamo convinti dell’importanza e della necessità di riqualificare la zona mare che ormai è abbandonata a se stessa dall’Amministrazione comunale con gravi ripercussioni sul tessuto economico della nostra città. Ma questa necessità non può essere risolta con un’opera assolutamente inutile, che creerà solamente disagi per 4 anni agli operatori turistici di Viale Trieste ed ai residenti della zona mare, peraltro tutti contrari e per questo mai interpellati dall’Amministrazione comunale, che i cittadini pesaresi traggano alcun beneficio da questo intervento.

 

Con molto meno dei soldi che si spenderanno per realizzare quest’opera si potrebbe riqualificare tranquillamente Viale Trieste e l’intera zona mare negli arredi, nelle illuminazioni, nelle asfaltature dei viali. In questo caso, ci sarebbero solamente risparmi di risorse da investire veramente nel settore turistico , a partire dalla promozione della nostra città, ma non ci sarebbero vantaggi per la Pesaro Parcheggi. Forse proprio quello che l’Amministrazione comunale non vuole.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>