L’opera napoleonica di don Silvio Linfi

di 

5 settembre 2012

PESARO – Domenica 9 settembre alle ore 18, nella Pieve di Santo Stefano di Candelara, in collaborazione con Quartiere 3 Colline e Castelli e Pro Loco di Candelara, sarà presentato il volume di Silvio Linfi, La Chiesa di Pesaro nell’epoca napoleonica in Italia, a cura di Giorgio Benelli e Filippo Pinto, presentazione di don Marco Di Giorgio e Marco Cambrini. Si tratta dei cinque articoli sulla storia della Chiesa pesarese pubblicati dal prof. don Linfi tra il 2005 e il 2012 sulla rivista «Frammenti» dell’Archivio Storico Diocesano di Pesaro e ora editi nell’agevole veste monografica grazie al sostegno economico degli “Amici di Don Silvio Linfi” di Candelara.

L’opera costituisce una esposizione esaustiva della vicenda religiosa della Chiesa di Pesaro fra Settecento e Ottocento nei molteplici aspetti della sua realtà istituzionale, sociale e civile e copre una lacuna vistosa negli studi storici sul periodo. Nello Stato Pontificio la temperie francese ebbe una evoluzione tutta sua, con ricorrenti periodi di “rivoluzione” e di “restaurazione” variamente intrecciati fra loro, sullo sfondo della trasformazione epocale apportata dalle armate napoleoniche. Nei fatti, quella della radicale delegittimazione di ogni potere temporale della Chiesa in favore della laicità dello Stato e di un rinnovamento culturale etico-politico favorito anche da una coscienza cristiana, “italiana” e fedele al papa.

Don Linfi, recentemente scomparso, ha prestato per lungo tempo il servizio pastorale a Candelara ed è stato punto di riferimento per molti studenti del Liceo scientifico Marconi di Pesaro. In tutti ha lasciato la traccia della sua semplice amabilità, della sua saggezza spirituale e del suo mite buonumore e la sua perdita ha donato una grande eredità spirituale di umiltà, di sapienza e di servizio silenzioso ai giovani e alla Chiesa.

Per ogni informazione si può contattare l’Archivio Diocesano al numero di cellulare 0721 30043 o la parrocchia di Candelara 0721 286105. Per informazioni su come raggiungere Candelara consultare il nostro sito www.candelara.com.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>