Pu24 compie un anno: dedicato a quelli che…

di 

9 settembre 2012

Il nostro giornale online, www.pu24.it, compie oggi un anno di vita. Dal direttore Gianluca Murgia e dal condirettore Emanuele Lucarini un grazie di cuore a tutti i nostri lettori, a tutti i nostri sponsor, a tutti i nostri collaboratori, a tutti i nostri amici e pure a tutti i nostri nemici. Grazie.

Dedicato a…

quelli che dicevano “Ma chi lo legge il giornale online?” e a quelli che, oggi, fanno parte dei nostri 80.000 lettori al mese (oltre 4000 al giorno di media), quelli che “bella idea, i giornali online sono il futuro” e a quelli a cui noi diciamo “grazie ma i giornali on-line sono anche il presente”, quelli che “Ma voi perché vi chiamate PU24?” e a quelli che “Ma si dice Pu24 o Più24?”, quelli che “Perché PU?” e quelli “Perché 24?”, quelli che “le faremo sapere”, quelli che proprio non rispondono e quelli che oggi ci chiamano per  pubblicare un articolo o fare pubblicità, quelli che hanno sempre creduto in noi fin dal primo momento, quelle ragazze (le nostre: Giorgia e Dayana) che meriterebbero una statua per la pazienza, quelli che non perdono l’occasione per farci notare i nostri errori, quelli che non sbagliano mai, quelli che come noi lavorano 13-14 ore al giorno, quelli che non temono il dubbio e quelli che non hanno paura di rimettersi in gioco, quelli che ci hanno aiutato in questo percorso e quelli che non ci hanno aiutato, quelli che fanno parte delle nostre famiglie e quelli che fanno parte di Made in PU, quelli che mandano 15 comunicati al giorno e quelli che hanno il dono della sintesi, quelli che “Ma ci guadagnate co ‘sto giornale?” e quelli che “Lo leggo sempre, bravi”, quelli che “mi piace su Fb” e quelli che hanno bacheche da 5000 amici,  quelli che ci chiedono ancora di giocare a bubble e farmville, quelli ci hanno premiato a Belluno come miglior progetto editoriale locale di tutto il centro e nord-est Italia, quelli che ci valuteranno a ottobre alle finalissime nazionale del Festival dei quotidiani locali in programma a San Benedetto (dove concorriamo in 4 diverse categorie: record!), quelli del viral marketing e quelli che “Ma voi siete customerizzati?” (certo, ma al mare ci piace comodo…), quelli che “Non ho fatto in tempo a mandare il comunicato che voi ce l’avevate già online”, quelli che “Ma voi date un fisso mensile e il telefono?”, quelli che mandano i comunicati alle 2 di notte e quelli che li mandano alle 7 di mattina, quelli che ci hanno spedito il loro curriculum (tantissimi) e  quelli che vorremmo che entrassero a far parte della nostra squadra (speriamo, un domani, di averne la possibilità), quelli che la gavetta non finisce mai, quelli che “Dai, se passate questo momento di crisi, tutto poi è in discesa”, quelli che come noi, nonostante 15 anni di promesse mai mantenute e sfruttamento legalizzato, non hanno mai mollato di un centimetro e continuano ad amare questo lavoro. 

Pu24.it premiato alle prefinali del Qoll Festival a Belluno

La redazione di Pu24.it premiata alle prefinali per il centro e nord-est Italia del Qoll Festival a Belluno

PS: L’esordio è stato di prima mattina, il 9 settembre 2011, con un pezzo di cronaca: un incendio devastante in una fabbrica di Pesaro, documentato fotograficamente da Marco Giardini. A Marco, che ha condiviso con noi la parte iniziale del progetto, va il nostro sincero ringraziamento: oggi fa il paparazzo per la Fenice di un certo Fabrizio Corona. Avevamo visto lungo: oggi, le sue foto (vedere per credere quelle di Pippo Magnini e Federica Pellegrini, che hanno fatto il giro del mondo) sono tra le più apprezzate del panorama gossip. Un ringraziamento extra, poi, va al nostro grande Luciano Murgia: il suo occhio, la sua esperienza, la sua penna sono un valore aggiunto non solo per la redazione di pu24 ma per chiunque ami leggere cose non scontate. Ringraziamenti doverosi per Davide Perugini, che nella vita vende i giornali ma ama anche scrivere di Victoria Libertas (e lo fa molto bene), e per Lorenzo Chiavetta, il nostro siculo ventenne, una doppia laurea da 110 e lode ottenuta a Urbino e una lunga serie di lavori, lavoretti, stage gratuiti, varie ed eventuali: è il nostro indignado, oggi abita a Roma, ma resta un nostro punto di vista privilegiato sul mondo di oggi. Grazie a Marcello e Franco, ai loro preziosissimi staff. Grazie agli amici di Radio Incontro e a chi ha contribuito a trasformare, graficamente, le idee che avevamo in mente in un sito semplice e facile da leggere. Grazie ai Clem e Marco.

Pu24 è nato con l’obiettivo di essere una voce in più, un canale di comunicazione in più, semplice e rapido da consultare, sempre sul pezzo, un spazio di confronto in più. Per questo ha sempre dato spazio a tutti, trovando la maniera (pur con risorse limitate) di aiutare chi si presentasse nella nostra redazione con una buona idea o con qualcosa di sensato da dire. Così è nata la bella e seguitissima rubrica su Pasqualon di Stefano Giampaoli, Amy Awards di Amy Rossi (con cui abbiamo condiviso anche il documentario Tour Per Te a cura dell’associazione culturale Made in PU), Marrakech Press di Veronica Giorgi (la mamma pesarese che dal Marocco ci racconta la sua vita facendo il parallelo con quella che viviamo qui noi), Lamberto Bettini con i suoi ritratti a penna frenati solo da un anno impegnativo e difficile per tanti motivi (ti aspettiamo!) e Enrico Manna che, con i suoi scatti storici sulla Scavolini Basket (la rubrica Quelli erano giorni), ha dato lustro al nostro lavoro quotidiano. Grazie davvero.

 

4 Commenti to “Pu24 compie un anno: dedicato a quelli che…”

  1. Lorenzo Lugli scrive:

    Auguri e complimenti al direttore, redazione e tutto lo staff.
    PU24 è una voce importante, libera e democratica nella città.
    Cento di questi giorni!

    Lorenzo Lugli
    Portavoce Democrazia Diretta Pesaro

  2. Luciano Bertuccioli scrive:

    Complimenti per il primo anno di PU24 a Direttori e redazione. Di solito quando nasce una reltà editoriale nuova c’è sempre un periodo di rodaggio, Voi avete raggiunto una ottima qualità sin da subito, e gli utenti vi premiano. Che dire… vi auguro di crescere sempre di più con la libertà e l’indipendenza che ha distinto il vostro lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>