Alla Corte di Guidobaldo: un successo da ripetere

di 

11 settembre 2012

Banchetto di Guidobaldo a Fossombrone

FOSSOMBRONE – Pioggia di consensi per la manifestazione storico-gastronomica “Alla corte di Guidobado che si è svolta venerdì 7 settembre nel suggestivo scenario dei giardini di palazzo ducale in Corte Alta. L’evento, che ci ha condotto in un breve viaggio nel tempo alla Corte rinascimentale del duca Guidobaldo I da Montefeltro, si è svolto a partire dalle 18, con una passeggiata storica curata dal professor Renzo Savelli che ha guidato gli 80 partecipanti in un itinerario inedito all’interno delle tre Corti ducali forsempronesi, rendendo accessibili ai visitatori luoghi preziosi ma solitamente “nascosti” della zona Corte Bassa e Corte Rossa, residenze di soggiorno della duchessa Eleonora Gonzaga e successivamente abitazione d’elezione del Cardinale Giulio Della Rovere, fratello del duca Guidubaldo II.

Al termine dell’itinerario l’arrivo in Corte Alta e il fastoso banchetto nella location dei Giardini Ducali, un tempo pomarium della Corte Montefeltresca ed oggi luogo di grande suggestione necessario però di maggiore tutela e valorizzazione, che ha accolto egregiamente gli oltre 150 partecipanti che si sono uniti alla Corte Ducale nell’elegante convivio, in cui sono stati ripercorsi i fasti e la tradizione dell’elaborata preparazione e presentazione delle vivande tipica della cucina rinascimentale.

Alla Corte di Guidobaldo: un’esperienza sicuramente da ripetere, un evento che sottolinea la necessità di promozione e valorizzazione di aree e luoghi della città di Fossombrone ad oggi non aperti al pubblico e di cui ben poco si conosce, ma che rappresentano un crogiuolo di Storia e Arte, una fonte di ricchezza che va riscoperta e vissuta.

L’Associazione Augusto Vernarecci, organizzatrice dell’evento, ringrazia i numerosi collaboratori e sostenitori che hanno contribuito in maniera determinante alla riuscita dell’evento: il Comune di Fossombrone, l’assessore Paride Prussiani, l’assessore Michele Chiarabilli, il professor Renzo Savelli, il professor Giancarlo Gori, il presidente della Fondazione Monte di Pietà Lorenzo Fiorelli, Fosca Mari, la scuola di Ballo Forum Dance e i suoi figuranti, il Bar Sport di Fossombrone per la disponibilità, Daniela Storoni per la consulenza storico gastronomica e la direzione artistica, il cuoco Matteo Pierini, Gabriele Alessandroni, proprietario del Ristorante Grotta di Barbarossa, il gruppo “Scuola di Danza Chorus” di Urbino, la ditta Renghez di Michele Renga per il continuo appoggio, il gruppo storico “La Pandolfaccia” di Fano per l’incredibile partecipazione, Enea Sorini e l’ensemble Laus Veris e tutti coloro che hanno dato sostegno e contribuito alla riuscita dell’evento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>