Trova il figlio morto vicino alla siringa

di 

15 settembre 2012

ACQUALAGNA – Una tragedia immane. Una mamma ha trovato il figlio morto in casa, riverso sul pavimento della cucina. A fianco al corpo del ragazzo – un 23enne residente ad Acqualagna – una siringa insaguinata, un laccio emostatico e tracce di una sostanza ora sequestrata dai carabinieri per farla analizzare.

Carabinieri 3

Sul dramma indagano i carabinieri per cercare di capire come sono andate le cose

Il Messaggero di oggi riporta che “il sospetto è che il ragazzo sia deceduto in seguito a un’overdose dopo aver assunto dell’eroina che qualcuno gli aveva ceduto poco prima, ed è su questo aspetto che si stanno concentrando le indagini portate avanti dai carabinieri della stazione di Acqualagna in collaborazione con la compagnia di Urbino, miranti a ricostruire le ultime ore di vita del ragazzo insieme alle sue frequentazioni”.

Il dramma sarebbe accaduto ieri mattina poco dopo le 7. Il ragazzo viveva con la madre.

Sul posto i carabinieri insieme al medico legale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>