Il Centro Studi Vitruviani: “Confusione nel nome di Vitruvio”

di 

17 settembre 2012

FANO – “Un’iniziativa che crea confusione e che rischia di danneggiare il nostro lavoro e le istituzioni a noi collegate”. Il Centro Studi Vitruviani di Fano istituzione d’eccellenza per gli studi sull’architettura classica, prende le distanze dall’Accademia Vitruvio Fanum e dall’iniziativa da loro organizzata con Vito Mancuso pubblicizzata in questi giorni nella città di Fano e patrocinata dall’Amministrazione comunale, pur non mettendo in alcun dubbio la valenza e il prestigio culturale del relatore invitato.

“Data la confusione e gli equivoci generati da tale iniziativa rispetto alla nostra attività siamo obbligati a prendere le distanze dall’associazione organizzatrice che, purtroppo, nel nome e nel simbolo utilizza elementi comuni al Centro Studi Vitruviani tra cui la celebre immagine dell’Uomo vitruviano di Leonardo su cui il nostro Centro è impegnato in una iniziativa di grande rilevanza e visibilità al fine di portare a Fano il disegno stesso di Leonardo. Il nostro vuole essere un progetto di grande visibilità, eccellenza e trasparenza che vede coinvolte personalità internazionali del mondo accademico –come Salvatore Settis della Scuola Normale di Pisa che presiede il Comitato scientifico del Centro Studi, del quale fanno parte, tra gli altri, Pierre Gros dell’Università Aix En Provence Marsiglia e Howard Burns della Scuola Normale di Pisa- e che si pone l’obiettivo di diventare un punto di riferimento internazionale nel proprio ambito di ricerca.

“L’attività a Fano di un’associazione –concludono dal Centro Studi Vitruviani- che usa il nome di Vitruvio e lo stesso nostro simbolo senza un’adeguata chiarezza e trasparenza sugli scopi e l’attività dell’Associazione stessa, rischia di danneggiare il nostro Centro Studi Vitruviani, già in questi giorni più volte confuso con l’Accademia Vitruvio – Fanum, e il lavoro fin qui svolto, di minarne la credibilità culturale conquistata con impegno e serietà nel mondo accademico e scientifico”.

“Il Centro Studi Vitruviani vanta il sostegno di istituzioni pubbliche e private, come Comune di Fano, Provincia di Pesaro e Urbino, Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, intrattiene rapporti di collaborazione con le università italiane, ospita accademici di primo piano, promuove convegni, workshop e borse di studio. Ci auguriamo che le iniziative promosse dall’Accademia non siano in contrasto o lesive del nostro profilo e del nostro lavoro legato a Vitruvio e all’architettura auspicando che si pervenga alla dovuta chiarezza dei ruoli e delle attività la cui confusione risulta lesiva dell’immagine stessa della nostra città”.

Il presidente

Avv. Luciano Filippo Bracci

Il coordinatore scientifico

Prof. Paolo Clini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>