Perepepè, sia caldo l’autunno della mia città

di 

19 settembre 2012

PESARO – Organizzato e promosso da Radio Pereira in collaborazione con il Quilombo ed il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Pesaro e di Fondazione Pescheria- Centro Arti Visive, dal 22 settembre al 21 ottobre 2012 si terrà Perepepè- Percorsi tra musica, teatro, cinema, parola, immagine e cibo.

 

Perepepè è un evento artistico e sociale per animare la propria città, ospitando e facendo venire in luce realtà che la guardano e la abitano, ma che spesso non sono immediatamente visibili a occhio nudo.

Il fine ultimo è promuovere l’incontro nelle sue varie forme: in questo tempo fortemente segnato da frammentazioni, superficialità, emarginazioni, solitudini…cresce l’importanza di operare per porre al centro l’incontro e la relazione con l’altro, l’altro che è la città e il concittadino, il nostro simile e lo straniero. L’incontro con l’altro per costruire l’identità personale e collettiva, per vivere e convivere con umanità.

La realizzazione di questo progetto e delle diverse proposte artistiche, culturali e sociali procede in maniera fortemente artigianale e laboratoriale; si lavora su quello che c’è, che si trova, che piano piano si trasfigura fino a prendere forma.

All’inizio la forma non è data, è un lavoro in divenire. Gli “eventi” non vengono acquistati e importati, ma costruiti, creati dai partecipanti. Per l’occasione.

 

Perepepè… La sua misura è nell’essenzialità e nel fare a meno di tutto ciò che non è indispensabile. Tutto è realizzato da volontari, non sono previsti compensi economici, né per i partecipanti né per gli organizzatori.

 

Filo conduttore di Perepepè è la città, i modi di vivere una città ed in particolare questa città, che è Pesaro. E’ questa la città che si vuole abitare, è qui che si vogliono lanciare semi e percorrere vie. “Non è sempre facile sentirsi parte della propria città, per questo, crediamo sia importante lavorare sul senso di appartenenza e accoglienza della città. Crediamo sia bello offrire carezze alla propria città, ed è sano aspettarsi di essere ricambiati.”

Perepepè ospita diversi percorsi e proposte tra musica, teatro, cinema, parola, immagine e cibo.

 

Piazza del Suffragio

La piazza, luogo in cui incontrarsi, vedersi, guardarsi, costruire contenuti e conoscenze comuni, o semplicemente… stare.  Appuntamenti quotidiani, racconti di storie e microstorie attinenti alla nostra città e a modi di abitare le città, percorsi tra musica, cinema, teatro, parola, immagine.

Un calendario ricco di occasioni per “essere parte” della piazza: gli incontri serali del Quilombo con persone che si raccontano, i concerti e le feste, i film del giovedì sera, la biblioteca pacifista, i diari degli illustratori e degli altri, gli incontri delle ore 18 con esperienze di cittadini e associazioni, il laboratorio teatrale.  A cura di Quilombo e Radio Pereira

 

Diaries 365 – Quel che resta di 365 fotografie e di una città.

Progetto fotografico sulla città di Pesaro nato nel maggio del 2010. L’idea che ne sta alla base è semplice: una foto al giorno, tutti i giorni, per un anno. Ogni fotografia è presentata con un breve testo. Il progetto, conclusosi nel maggio del 2011, è stato pubblicato quotidianamente su  http://radiopereira.it/.  Diaries 365 non è un’immagine o un insieme di immagini della città, è un gesto, un movimento verso la città che nasce da un grande amore e insieme da un sentimento di estraneità ad essa. Questo gesto è una domanda sul senso del nostro esserci qui e adesso.

A cura di No-r-Way (fotografie e testi) e Federica Campi (testi)

 

Mitologie Urbane

Progetto di residenza artistica incentrato sul tema del territorio. Il progetto vuole essere un’officina di narrazioni locali, in cui i cittadini possono contribuire attivamente, raccogliendo le mitologie che la città custodisce e consegnandole agli artisti. Mitologie Urbane è una residenza di otto giovani artisti, alcuni locali, altri dal resto d’Italia e anche dall’Europa. Gli artisti risiederanno per 30 giorni a Pesaro, usando gli spazi della ex chiesa del Suffragio come officina/laboratorio sempre aperta al pubblico. Gli artisti alloggeranno presso i cittadini pesaresi che hanno offerto ospitalità.  Il Loggiato della Fondazione Pescheria Centro Arti Visive sarà adibito a luogo conviviale, dove gli artisti pranzeranno e ceneranno. Durante l’ultima settimana verranno mostrate al pubblico le opere realizzate nel corso della residenza.

Artisti ospitati: Valentina Argirò, Irina Baldini e Masako Matsushita, Marco Capellacci, Luca Coltelli, Lyncoln Diniz, Giacomo (Mino) Luchena, Ermes Bichi.

A cura di Paolo Paggi, con Cristina Principale e Giacomo Cardoni

 

Pani e pesci

Nutrimenti sostenibili, bio, equi e solidali, per il corpo e per lo spirito, che raccontano

il territorio nella maniera più golosa. Nel Loggiato della Pescheria è sempre possibile trovare cibo ad alto contenuto etico. Ogni giorno dalle 19.30 si terrà l’aperitivo e dopo gli eventi serali ci si potrà sedere intorno ad un tavolo, con un buon bicchiere di vino ed un genuino companatico a Km0. Il sabato sera festa insieme con le proposte culinarie di Radice, che sanno coniugare semplicità e sfizio, genuinità e gusto, sempre partendo dal rispetto di alimenti, ambiente, produttori e soprattutto…di chi mangia e chi beve!

Campobase invece offre i suoi cibi bio per le mense degli artisti. E’ possibile partecipare alla mensa degli artisti ognuno procurandosi il proprio pranzo o cena, previa prenotazione (info e prenotazioni al numero 392- 8542634)

A cura di Verderame (Radice e Campobase)

 

L’ospite custode

La parola ospite significa straniero ma anche padrone di casa, protettore, colui che accoglie o nutre. L’artista e performer Giacomo Cardoni è ospite che accoglie i visitatori e custode degli spazi, delle relazioni, delle narrazioni già raccolte e di quelle che verranno offerte dai cittadini in corso d’opera.  Giacomo ha realizzato una macro-illustrazione, sfondo alle fotografie dei Diaries di No-r-Way: un grande uomo visibile da lontano, fatto di tanti piccoli uomini – miriade di singole esistenze prossime e riconoscibili che compongono il corpo della città. Ogni visitatore potrà entrare a far parte della performance con un proprio segno, immagine o ricordo.

A cura di Giacomo Cardoni

 

Perepepè è curato da:

Andrea Marzi, Andrea Zucchi, Commi P. Cassiani, Cristina Principale, Federica Campi, Federico Tamburini, Giacomo Cardoni, Giancarlo Magnanelli, Luca Giombi, Michela Di Ciocco, Pablo Gimenez, Paolo Paggi, Vanny Rosso, Viola Arduini.

 

 

 

Un particolare ringraziamento va a:

 

 

 

 

 

 

 

 

L’evento è realizzato grazie al sostegno di: Comune di Pesaro, Bertozzini costruzioni, Gamba manifatture 1918, Ifi-Arredi Bar Gelaterie Pasticcerie, Isopak Adriatica Spa, gli sponsor tecnici Hotel Alexander Museum, Il Pesaro.it e Acanto.

 

Per informazioni e calendario eventi:

www.perepepe.org

www.mitologieurbane.it

www.radiopereira.it

www.centroartivisivepescheria.it

facebook fan_Centro arti visive Pescheria Pesaro

facebook_Perepepè

facebook_Mitologie Urbane

 

luogo_Fondazione Pescheria-Centro Arti Visive

Corso XI Settembre, 184

orario di apertura:

ex chiesa del Suffragio_dal martedì alla domenica_10-24

loggiato_dal martedì alla domenica_15-24

lunedì_giorno di chiusura

ingresso libero

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>