Ucchielli e Damiano: “Il lavoro viene prima di tutto”

di 

25 settembre 2012

Festa PD Nazionale

Bandiere del Pd (foto Giardini)

ANCONA – In preparazione della Conferenza programmatica regionale del Partito Democratico, si è svolto ieri ad Ancona un primo incontro promosso dal segretario regionale Palmiro Ucchielli, alla presenza del capogruppo Pd commissione lavoro Camera dei Deputati Cesare Damiano.

Al centro del dibattito il tema del lavoro, considerato punto cardine della conferenza programmatica e del programma di governo regionale.

A disegnare il quadro della situazione locale, gli assessori regionali Sara Giannini e Marco Luchetti. Una situazione definita dagli stessi insostenibile, visti gli ultimi dati sui disoccupati pari all’8,2% e alle 60.000 unità in cerca di occupazione, che impone quindi una gerarchizzazione delle scelte.

Diverse anche le criticità emerse dal confronto con le imprese, tra le quali si evidenzia la questione dell’accesso al credito, della semplificazione delle procedure amministrative e dei criteri del patto di stabilità per gli enti locali.

Per rispondere a queste carenze la regione Marche ha avviato un confronto con il Ministro Passera sui possibili strumenti da mettere in campo. E’ stato inoltre attivato un fondo di garanzia regionale stabilizzato con le Camere di Commercio, le province ed i Comuni per un importo di 26 milioni di euro che mira a favorire l’accesso al credito soprattutto per le piccole e medie imprese.

Se da una parte emergono i limiti di tenuta di un sistema economico-produttivo che fino al 2008 vedevano le Marche segnare il passo, oggi si avverte la necessità di costruire un nuovo modello di sviluppo che dopo la crisi caratterizzerà la nostra regione, un modello che sempre più dovrà contraddistinguersi in termini qualitativi per competere al meglio nel mercato nazionale ed internazionale.

Di qui l’imperativo di investire nel capitale umano lavorando sulle vocazioni degli atenei regionali per formare giovani competenti capaci di raccogliere le sfide del futuro.

Spetta all’onorevole Cesare Damiano inserire il dibattito nello scenario nazionale e indicare un punto di partenza per il futuro governo.

“Se dovessimo andare al governo – dichiara Cesare Damiano – dobbiamo spingere l’acceleratore sulla politica industriale individuando i settori produttivi sui quali puntare, correggere la riforma del mercato del lavoro e delle pensioni e lavorare per creare maggiori opportunità di inserimento lavorativo per i giovani ad esempio alternando scuola-lavoro per meglio selezionare quelli che vogliono essere instradati in un’attività occupazionale”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>