Zaffini (Lega) su Ponte Armellina: “E se fosse l’inizio della fine?”

di 

27 settembre 2012

di Roberto Zaffini*

PONTE ARMELLINA – Ci stanno prendendo in giro? Abbiamo seguito con attenzione e pazienza lo svolgersi degli sviluppi non certo facili della vicenda di Ponte Armellina.

A tutt’ora le notizie sul fronte degli interventi di riqualificazione di Urbino 2, il vergognoso ghetto dove risiedono più di 600 extracomunitari,
sono negative, non si muove nulla.

Roberto Zaffini

Il progetto finanziato dalla legge regionale n.16 del 2005 al fine di eliminare le condizioni di degrado edilizio e sociale già ridotto dai 15 milioni di euro (7 dallo Stato e 8 dalla Regione) come indicato nella risposta all’interrogazione del consigliere regionale Zaffini agli attuali 7 milioni si è arenato con l’abbandono della Cooperativa “Il Villaggio dell’Amicizia” che doveva realizzare 26 alloggi.

Quale è il motivo del ritiro a pochi mesi dall’inizio dei lavori? Abbiamo dei forti sospetti che questo sia l’inizio della fine.

Intanto, fanno notare Toccaceli e Zaffini, si è realizzato un nuovo centro culturale islamico, oltre a quello che già c’è, di ben 250 metri quadri, nella via principale del paese.
Si presume che tale centro culturale diverrà un luogo di culto ad uso degli islamici macedoni.

E già, poi chissà qualche imam pachistano ne vorrà creare uno per i fedeli di quel paese e così via diventeranno più frequenti delle nostre parrocchie cattoliche.

Stiamo valutando se tale luogo abbia tutti i requisiti necessari per svolgere tale attività.
L’altissima densità in questo territorio di extracomunitari (23% sulla popolazione residente) oltre che questi paradossi crea delle inaccettabili situazioni sul fronte del lavoro.
Qui purtroppo, in alcuni casi, sono messi più facilmente in cassa integrazione gli italiani che gli stranieri.

Penso che tutti immaginiamo il perché. E’ un ‘altra gravissima ingiustizia verso chi è nato in questo territorio e si vede addirittura escluso del lavoro aumentando di conseguenza il conflitto sociale che già è estremamente elevato.

*Consigliere regionale

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>