Da lunedì la sosta si può pagare (anche) col cellulare

di 

8 ottobre 2012

PESARO – Il periodo di prova è trascorso senza intoppi. Il servizio i-sosta è attivo da questo lunedì e verrà ripresentato ufficialmente nei prossimi giorni: il pagamento della sosta tramite cellulare, quindi, è realtà. Chiariamo: La prima: almeno per un lungo periodo, non è prevista la soppressione di grattini e scontrini che resteranno comunque attivi e saranno utilizzabili di pari passo al nuovo modo di pagare. Ma con il nuovo metodo alternativo di pagamento, si potrà per esempio pagherà al centesimo il tempo della sosta effettuato. Potrà essere pagato sia tramite smartphone che tramite cellulare di vecchia generazione.

La nuova metodologia, in collaborazione con Pesaro Parcheggi, PluService.net e Comune di Pesaro, si potrà usare in maniera molto semplice: si attiva l’applicazione appena parcheggiata l’auto e si riclicca l’applicazione quando si va via. Si pagherà quindi la sosta effettiva. Stai 5 minuti? Paghi 5 minuti. Non solo: si potrà pagare anche per periodo di tempo ed essere avvertiti in caso di scadenza del tempo stesso di sosta con la possibilità, così, di prolungarla. Le possibilità, infatti, sono ampie.

Con questa app o applicazione che dir si voglia, scaricabile sullo smartphone non ci sono costi aggiuntivi. Tramite cellulare di vecchia generazione, invece, il servizio funziona con il no-call: ovvero, un numero (che sarà scritto sui cartelli dei parcheggi) da chiamare e che dopo due squilli, senza far spendere nulla, farà cadere la telefonata registrando il vostro numero (riconducibile alla targa dell’auto). Idem, quando sarà il momento di lasciare il parcheggio. Senza scatto. Senza addebiti. Il sistema riconosce il numero e quindi la targa. Per bloccare la sosta, si richiama. Sarà comunque sempre attivo un call center per eventuali spiegazioni.

 

Il servizio costerà 50 centesimi per 30 giorni, ma solo nel mese che viene utilizzato (più, ovviamente, di volta in volta, al costo del parcheggio). Ad esempio, se per tutto giugno non si viene a Pesaro e di conseguenza non si utilizzano i parcheggi, non si pagheranno i 50 centesimi.

Ovviamente, prima si dovrà effettuare una registrazione. Come funziona? Prima compilando i dati identificativi (nome, mail, targa auto) e poi ricaricando il servizio via internet tramite il sito di Pesaro Parcheggi o strutture Sisal. La ricarica è gratuita ovunque meno che alla Sisal. Alternativa è l’addebito in conto: quindi non tramite ricarica ma con la banca. E’ previsto un codice si sicurezza in caso di smarrimento del telefono.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>