Ricci sulla Fano-Grosseto: “Bene il bonus fiscale”

di 

8 ottobre 2012

PESARO – “Bonus fiscale per la Fano-Grosseto”. Non è un semplice rumor, ma qualcosa di ben più sostanzioso. Perché dal ministero delle Infrastrutture, le indicazioni dei tecnici hanno assunto, nelle ultime ore, contorni ben definiti.

“E danno la E-78 – osserva Matteo Ricci – tra le grandi opere che potranno essere sbloccate a breve, grazie al fisco più leggero inserito nel decreto-bis varato la scorsa settimana dal governo”.

Un passo avanti per la Strada dei Due Mari. Inserita nel lotto insieme all’alta velocità Verona-Padova, all’ampliamento della Metro C e D di Roma e a poche altre infrastrutture che usufruiranno del credito d’imposta al 50 per cento. In prospettiva del project financing agevolato. Soddisfatto il presidente della Provincia: “E’ un risultato importante – continua Ricci -. Il segno che la questione dell’eterna incompiuta, grazie alla mobilitazione partita dalla Guinza, ha riacquistato visibilità e valore agli occhi del governo. La E-78 era un dossier chiuso nei cassetti romani, ora il fascicolo è più che riaperto. La dimostrazione? Il bonus fiscale è un contributo pubblico per opere ritenute strategiche da Roma. In questo senso, è stato fondamentale anche l’impegno e l’apporto della Regione e del presidente Spacca”.

L’agevolazione potrà arrivare fino alla metà dell’Ires e dell’Irap, relativamente a realizzazione e, in parte, gestione dell’opera. Confermati il canone di locazione a carico dello Stato e il pedaggio lungo la tratta, ora si attende l’offerta dell’Ati composta da Strabag, Astaldi e coop Cmc entro la fine del mese. Insieme alla costituzione della società di partenariato pubblico-privata con Regioni, Anas e ministero, su cui si sta chiudendo il cerchio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>