Senza Ortolani (diventerà mamma), Robur poco Serena

di 

9 ottobre 2012

PESARO – La notizia che Serena Ortolani diventerà mamma e deve lasciare, almeno per una stagione, la pallavolo giocata, ha mobilitato lo staff tecnico e dirigenziale della Robur che sta vivendo una stagione ricca di emozioni. Belle e brutte. Quella di Serena è decisamente bella, anche se obbliga a un’affannosa ricerca di una sostituta. Il che fa emergere – una volta di più – la lungimiranza della società pesarese, visto che nel roster c’è già un opposto. Daiana Giorgiana Muresan.

Scavolini Pesaro-Busto Arsizio, Serena Ortolani

Serena Ortolani, il presente della nuova Robur nella foto Marco Giardini

L’ingaggio della giocatrice romena, che con Ortolani sul taraflex sarebbe stata utilizzata da schiacciatrice-ricevitrice e senza la faentina sarà l’opposto titolare, è avvenuto anche in questa ottica. Ovvio che i dirigenti non sapessero della dolce attesa di Serena, ma l’anno scorso Pedullà fu costretto a inventarsi opposto Berenika Okuniewska, ingaggiata quale centrale.

La sensazione, alla luce dell’improvvisa rinuncia di Ortolani, alla quale facciamo i più affettuosi auguri, estendendoli anche al papà, il coach marottese di Piacenza Davide Mazzanti, è che lo staff pesarese vada su una banda. Non resta che attendere. Intanto, però, coach Pistola deve inventarsi una squadra, dovendo rinunciare a Ortolani (definitivamente) e Gibbemeyer (speriamo solo per alcuni giorni ancora).

Con questi pensieri, la Robur si allena questo pomeriggio e domani e poi va a Bologna, dove l’attende un allenamento congiunto con la squadra locale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>