Di Domenico: “Statalizzazione Prato Fiorito un atto prepotenza”

di 

11 ottobre 2012

Da Alessandro Di Domenico, consigliere comunale Pdl, riceviamo e pubblichiamo:

PESARO – Con la delibera sulla statalizzazione della scuola dell’infanzia Prato Fiorito, il Comune di Pesaro, l’Assessore Signoretti e la maggioranza in Consiglio Comunale, hanno continuato nel loro atto prevaricante e di prepotenza senza tener presente alcuna ragione da parte dell’opposizione.

Alessandro Di Domenico

Alessandro Di Domenico

Se l’anno scorso c’era lo spauracchio di dover avere minimo 1000 utenti per ogni Istituto Comprensivo, e tutti erano corsi ad “accaparrarsi” le scuole materne comunali, quest’anno questa situazione non c’era e non si capisce perché il comune voglia continuare a “disturbare” con quest’azione prevaricante.

In verità l’unico motivo è che vogliono diminuire le scuole comunali e gli insegnanti, ma questo metodo è sbagliato e contro producente, infatti, come accade a Villa Fastiggi, l’insegnate statale è pagato dal comune, ed allora di cosa parliamo? Perché non diminuiscono il personale impiegato dei servizi educativi se vogliono diminuire le scuole’

In aula non è stato dato ascolto neppure a quelle che sono le richieste dei genitori e dal sottoscritto illustrate.

Non è più accettabile che non si tenga conto né delle esigenze degli insegnanti, né delle famiglie e , soprattutto dei bambini, ormai considerati “clienti” per gli Istituti Comprensivi, ma questo, spesso, per molti, è un dettaglio di poco conto.

Orari di lavoro, rapporto bambini insegnanti, indennità di lavoro, modello pedagogico delle scuole statali, sono attualmente difficilmente compatibili con le scuole comunali.

Quello che più indispettisce è che il comune non comunica i suoi passi alle famiglie che si affidono a questo servizio. Anche il dibattito politico è “monco”.

In tanti, forse troppi, consiglieri comunali o provinciali non hanno la percezione fattiva di ciò che significa ridimensionamento scolastico, accorpamenti, statalizzazione o esternalizzazione.

Ora il mio appello è per il Consiglio Provinciale e quello Regionale; innanzi tutto le delibere devono essere votate punto per punto, e non fare un mare magnum per far passare anche proposte indigeste; in più chiedo che almeno l’opposizione voti contro la Statalizzazione della Scuola Materna Prato Fiorito, proprio perché non c’è nessuna progettualità costruttiva da parte dell’assessorato tenuto da Signoretti, ma solo l’intenzione di fare un favore a un dirigente scolastico, nulla di più, e tutto ciò è patetico.

11 Ottobre 2012

Consigliere Comunale P.d.L.

Alessandro Di Domenico

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>