QOLL, direttore Trentino Libero colto da malore

di 

11 ottobre 2012

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pu24 si è trasferito in Riviera: il nostro quotidiano online, che 24 ore su 24 racconta la provincia di Pesaro e Urbino, è stato finalista nazionale del QOLL Festival. Al termine della quattro giorni sambenedettese, tra tavole rotonde e tour promozionale, pu24 si è aggiudicato il premio nella categoria “miglior articolo”. La premiazione finale, sabato sera, è avvenuta doverosamente in tono minore dopo il malore che ha colto, al termine della presentazione preliminare, il collega del quotidiano online Trentino Libero, ed ex parlamentare, Carlo Taverna.

 

 

Ecco la cronaca, giorno dopo giorno, del QOLL festival:

I finalisti durante la presentazione, Carlo Taverna è il secondo in alto da sinistra

GIOVEDI’ 11 – La terza edizione Qoll festival, festival dei quotidiani online locali organizzata a San Benedetto del Tronto da Luigi Cava, è partita ufficialmente questa mattina con l’arrivo dei finalisti nella splendida Riviera delle Palme. La kermesse, che quest’anno ha ottenuto la “benedizione” del presidente Giorgio Napolitano (con una nota inviata dalla Segreteria di Stato), durerà un giorno in più rispetto alle edizioni passate: un giorno in più per avviare tra le testate finaliste una discussione  sull’editoria locale, sul confronto delle rispettive esperienze, sulla creazione di relazioni utili per l’attività che ogni giorno svolgiamo. L’idea di fondo è quella creare un network tra i diversi editori e direttori, uno scambio di informazioni e opportunità per il reperimento di risorse in un settore, quello mondo dell’online, dinamico, fluido, in costante evoluzione.

Domani, invece, vivremo la provincia di Ascoli Piceno con un tour guidato fra le eccellenze che regala questo territorio che, come Pesaro e Urbino, regala mare, montagna, collina, enogastronomia, cultura, storia e passione per lo sport.  “Grazie al  Comune di San Benedetto – ha spiegato Luigi Cava – e al sostegno importante della Provincia, della fondazione Carisap e della Camera di commercio che hanno patrocinato l’iniziativa. Grazie, inoltre, al sostegno dei privati tra cui la Banca Marche e le società Fainplast e Fratelli Spinelli”.

Murgia e Lucarini prendono appunti durante la conferenza: a San Benedetto è ancora estate!

La Giuria è stata scelta insieme a Gianni Rossetti, ex presidente Ordine Giornalisti e oggi direttore della Scuola di Giornalismo di Urbino. Sarà composta come segue:

il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari, Gianni Rossetti, il vincitore della scorsa edizione (Buso Severino per Tlfoto.it), Matteo Bini (giornalista e sindacalista di Torino), due tecnici come Antonio Fares (statistico) e Fulvio Silverti  (webmaster), un rappresentate editoria online come Enrico Anghilante (Sanremo) e il giornalista Nazzareno Perotti direttore di Rivieraoggi.it

Ecco i giornali presenti alla finale, selezionati in diverse regioni alle prefinali dello scorso giugno a Belluno (area centro nord-est), San Giovanni Rotondo (Sud), Sanremo (centro nord ovest): sono 22 quotidiani finalisti, 5 per ciascuna delle categorie, provenienti da Marche, Veneto, Lombardia, Umbria, Trentino, Liguria, Toscana, Lazio, Molise, Piemonte, Puglia, Abruzzo, Campania e Sicilia.

 

Un momento della conferenza

I premi: saranno sei e saranno decretati sulla base delle votazioni della giuria.  Sono il premio stampa, premio giuria popolare, premio miglior articolo 2012, usabilità, miglior veste grafica e miglior progetto editoriale (ovvero il vincitore assoluto, che riceverà la medaglia d’argento ordine giornalisti). Pu24 concorrerà in 4 di queste sei categorie, compresa quella di miglior progetto editoriale (di cui detiene già la palma per il centro e nord-est Italia). Guarda il sito: www.qollfestival.it  

 

Piove. Ma la Riviera conserva intatto il fascino del mare d’inverno (o quasi). Le palme,  poi, che da San Benedetto a Grottammare danno a questo angolo di Marche un tocco di esotico senza eguali, rendono il cielo meno cattivo e le nuvole meno prepotenti. La notte sambenedettese, sgonfiata da un’estate lunga e caldissima, anche al giovedì regala comunque locali, pub, situazioni diverse da vivere. In altre mete balneari non è così scontato. E anche il centro storico, dal Florian fino al monumento alle retare, con le sue vetrine di abbigliamento e scarpe, è sempre un bel vedere. Vedi http://www.comunesbt.it/Engine/RAServePG.php/P/435610010312

 

San Benedetto si prepara a festeggiare il santo patrono: sabato la ricorrenza religiosa (San Benedetto era un legionario romano morto decapitato in battaglia) si mischierà a quella civile, unendo la profonda religiosità che da sempre fa parte di questo popolo rivierasco – popolo di marinai, commercianti e tifosi della Samb – a la loro voglia di organizzare divertimento. ORE 10: tutti sul pullman. Con noi anche l’ex storico presidente dell’Ordine dei Giornalisti Gianni Rossetti, oggi direttore della Scuola di Giornalismo di Urbino Offida, Monteprandone e Acquaviva Picena… tre cartoline per scoprire la Provincia di Ascoli Piceno. Il press-tour organizzato nell’ambito della terza edizione del QOLL festival ha visto la “carovana” dei giornalisti visitare tre Comuni tra i più rappresentativi della provincia di Ascoli Piceno.Offida si è presentata con il suo ammaliante Teatro del Serpente aureo, luogo di storia e cultura che tuttavia non si sottrae a prestare il proprio spazio per i veglioni dell’esclusivo Carnevale Offidano quando il Sindaco della città, per tutto il periodo dei festeggiamenti, si dimette dalla sua carica di primo cittadino e consegna le chiavi della città proprio al Re Carnevale.  Continuando il percorso lungo la piazza triangolare del centro storico, si è raggiunta la chiesa di Santa Maria della Rocca, imponente edificazione che si affaccia sui meravigliosi vigneti offidani. Via del Merletto ha messo in mostra le ricamatrici a tombolo che, sedute su sgabelli di fronte all’uscio di casa, intrecciano i fuselli per creare opere meravigliose. L’aperitivo presso l’enoteca regionale delle Marche, con l’incantevole Chiostro di San Francescodel 1300, ha deliziato l’intera compagnia con i vini della terra picena: la Passerina, il Pecorino e il Rosso Piceno Superiore. Il pranzo al ristorante Ophis, con le sue gustose pietanze della cucina tradizionale, ha appagato il palato della compagnia. Monteprandone ha aperto il proprio palcoscenico con lo splendido Santuario di San Giacomo della Marca, luogo di Spirito, memoria, arte e contemplazione. Un luogo di ristoro in cui la comitiva ha voluto intrattenersi ben oltre i tempi previsti dalla tabella di marcia. Da lì ci si è spostati in piazza dell’Aquila per iniziare una serpentina tra rue e vicoli magici collegati da pontini e scalinate tipiche delle città medievali. Il giovane Sindaco Stefano Stracci, che ha accompagnato il gruppo insieme agli assessori Federico Aragrande e Pacifico Malavolta, con passione fuori dal “comune” e conoscenza meticolosa della propria città, sembrava un fiume in piena nel descrivere i gioielli della sua Monteprandone. La “cassaforte” della cultura Monteprandonese, rappresentata dalla biblioteca storica in cui sono esposti i 54 codici della libreria di San Giacomo insieme ad altre opere di Seneca, Cicerone, San Gregorio, S. Agostino e Aristotele rappresenta un inestimabile scrigno dell’offerta culturale che il Piceno propone. Acquaviva Picena, grazie all’ospitalità delle Cantine Moncaro che nelle splendide sale della BCC Banca Picena Truentina ha presentato i propri vini premiati con ben quattro medaglie d’oro nell’anno in corso, ha messo in mostra l’imponente Fortezza del 1300. Percorrendo gli antichi cunicoli, la compagnia di giornalisti del QOLL festival ha raggiunto il torrione più alto, il Mastio, di forma cilindrica è alto circa 22 metri. Con lo sfarzoso buffet preparato dallo staff delle Cantine Moncaro e il dono dell’ottimo Pecorino Ophite prodotto nelle colline acquavivane ad una altitudine compresa tra i 200 e 400 metri s.l.m e accarezzato dalla dolce brezza marina della costa picena, è terminata la faticosa ma appagante giornata del press tour del QOLL festival.

SABATO 13 OTTOBRE

Ci siamo. Oggi è il giorno delle premiazioni. Pu24 concorre in 4 diverse categorie. Cercheremo di onorare la maglia…

 

 

LA CONFERENZA UFFICIALE:

La conferenza finale vede presenti il sindaco di San Benedetto, Giovani Gaspari, il primo a credere in questo festival, accompagnato dal primo cittadino di San Giovanni Rotondo (sede della semifinale per l’area sud) e di Corfù (arrivato a San Benedetto per la concomitanza del patrono di San Benedetto martire), più Stefano Stracci, ospitalissimo sindaco di Monteprandone (centro visitato ieri nel tour on the road a cura dell’organizzazione).”Vi ringrazio di cuore per la presenza – ha salutato Gaspari – dico grazie agli organizzatori, a chi ha colto l’invito, chi ha partecipato alle finali. Importante è il clima che avete istaurato. Ho finanziato questa scommessa con un piccolo contributo, poi c’è tanta passione e lavoro. Per seguire i canoni classici avrei dovuto dire di noi. Io e Gigi Cava siamo stati insieme in Comune ma su banchi ooposti: ma le proposte giuste vanno sostenute sempre e comunque. Un’opportunità per voi, che vi trovate, e per noi. Anche in periodo di crisi bisogna provarci. Una scommessa, quella dei quotidiani online al tempo dei socialnetwork, che porteremo avanti anche nei prossimi anni”.

 

SI FERMA IL QOLL FESTIVAL 

 

Durante la presentazione della finalissima del Festival, poco prima delle premiazioni, un malore ha colto uno dei partecipanti: Claudio Taverna, direttore di Trentino Libero, ex deputato. Taverna, dopo aver perso i sensi al termine del suo discorso, è stato soccorso dagli uomini del 118 di San Benedetto del Tronto, all’interno dell’Albergo Excelsior di viale Rinascimento, per essere poi trasportato d’urgenza all’ospedale locale e tenuto in coma farmacologico.

Claudio Taverna è laureato in sociologia all’ Università degli Studi di Trento, tributarista, esperto in diritto tributario ed in organizzazione e direzione aziendale. Giornalista Pubblicista. Già consigliere regionale e provinciale per tre legislature, è stato anche consigliere comunale di Trento e consigliere del Comprensorio della Valle dell’ Adige. Proclamato deputato il 26 settembre 1991, si è dimesso dall’incarico per continuare la sua attività di consigliere regionale. Nel corso della sua lunga attività politico-istituzionale ha ricoperto gli incarichi di presidente di gruppo regionale e provinciale, è stato garante dell’ Assemblea delle minoranze del Consiglio provinciale nella passata legislatura. Vicepresidente della Commissione Statuti del Congresso delle Regioni, componente dell’ Ufficio di Presidenza del Consiglio provinciale, in qualità di segretario questore, Presidente della Commissione regionale di inchiesta sui fatti di Mosca, i cui esiti portarono alle dimissioni della giunta regionale, sono gli incarichi istituzionali di maggior prestigio ricoperti nell’ ambito della sua attività legislativa. Ideatore e fondatore di Progetto Trentino Libero, Claudio Taverna è impegnato nel sociale e nel volontariato, ed è consulente dell’ Associazione “Lo Scudo”, a difesa dei cittadini. Oggi è direttore di Trentino Libero, giornale indipendente on line, che si occupa di attualità, informazione, cultura, finalista al QOLL Festival.

 

 

 

 

 

PREMIAZIONI IN TONO MINORE

Per la cronaca, le premiazioni sono poi avvenute alcune ore dopo in un clima surreale e di doveroso silenzio, apprensione e angoscia per le notizie che provenivano dall’ospedale sambenedettese.

Quel che si dice onorare la maglia...

Pu24, che tra i 22 giornali finalisti con il suo anno di vita era il più “giovane” insieme a Valdarnopost, si è aggiudicato il premio speciale per il miglior articolo scritto, con un’inchiesta a cura del direttore Gianluca Murgia sulla vita dei trentenni pesaresi e in particolare con la storia di  Laura: www.pu24.it/2012/03/22/laura-tempo-indeterminato-ma-mutuo-impossibile

 

 

 

Gli altri premi:

miglior usabilità a messinasportiva.it, miglior grafica a whymarche.com, giuria popolare a valsassinanews.com, miglior progetto editoriale a ilfaroonline.it, premio della stampa a valdarnopost.it.

 

 

 

 

GUARDA LE FOTO: 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>