Crosariol-Barbour, Scavolini Banca Marche disUmana

di 

14 ottobre 2012

SCAVOLINI BANCA MARCHE – UMANA VENEZIA 88-75

Scavolini Banca Marche: Traini 6, Cavaliero 13, Barbour 16, Crosariol 18, Flamini 0, Mack 14, Bryan 2, Amici 0, Hamilton 13, Amoroso 6. All.Ticchi

Umana Venezia: Clark 9, Bulleri 11, Diawara 14, Marconato 2, Zoroski 12, Szewczyk 7, Young 5, Fantoni 5, Rosselli 3, Magro 0, Williams E. 7. All. Mazzon

Arbitri: Lamonica, Lanzarini, Provini

Parziali: 23-22, 20-18, 32-13, 13-22

 

PESARO – Bellissima vittoria della Scavolini Banca Marche che dopo un primo tempo equilibrato, vola nel terzo quarto grazie ad una bella prestazione corale e ad una difesa arcigna che mette in grosse difficoltà la squadra veneziana, nell’ultimo quarto Pesaro controlla la partita e chiude l’incontro sull’88-75 . Da sottolineare la grande prestazione di Crosariol, finalmente concentrato per tutti e quaranta i minuti, ma è tutta la Vuelle ad uscire fiduciosa dall’incontro contro Venezia con una vittoria che fa classifica e morale

Si parte con Amoroso ancora nello starting five, mentre Venezia schiera subito Szewczyk reduce da un infortunio, avvio veloce con la Scavolini Banca Marche brava a sfruttare i chili di Crosariol contro avversari più piccoli, la difesa pesarese perde l’uomo in un paio d’occasioni e dopo neanche tre minuti ha già esaurito il bonus di falli, una tripla di Fantoni porta la Reyer sul 12 a 8 dopo 5’ minuti, ma l’ottavo punto di un positivo Crosariol riporta il punteggio sul 12 pari, con il pivot pesarese costretto però a tornare in panchina gravato di due falli, entra anche Traini sul parquet ma la Vuelle perde un paio di palloni di troppo con l’Umana pronta a colpire le disattenzioni biancorosse (18-14 all’8’), ci vogliono quattro punti di Cavaliero per riagguantare i veneziani a quota 18 e con la tripla di un Lamont Mack appena entrato Pesaro si porta sul 21 a 18, un bel primo quarto si chiude con la Scavolini Banca Marche avanti di uno:23-22.

Crosariol

Ammucchiata sotto canestro. Foto Fraternale Meloni

Una tripla dall’angolo di Mack su assist di Hamilton apre il secondo quarto, il play biancorosso sembra entrato in partita e un suo scarico su Bryan dà alla Vuelle il massimo vantaggio (31-24 al 12’), Ticchi prova una difesa mista che non sembra funzionare con Venezia che con un parziale di 9 a 0 sorpassa i biancorossi sul 36 a 34 al 15’, rientra sul parquet Crosariol per dare una mano sotto canestro dove la Scavolini Banca Marche sta perdendo nettamente la lotta a rimbalzo, il pivot pesarese continua nella sua serata positiva e con due perentorie schiacchiate (12 punti) ridà il più tre alla Vuelle (41-38), i primi due punti della partita di Hamilton fissano il punteggio sul 43 a 40 per Pesaro alla fine del primo tempo.

Una tripla centrale di Hamilton apre il terzo quarto, il piccolo play americano finalmente si sveglia dal letargo con un altro tiro da tre dall’angolo e quando anche Amoroso centra la prima conclusione dai 6.75 della serata, Pesaro vola sul 54 a 42 con Mazzon costretto a chiamare il timeout per arginare una positiva Vuelle, partecipa alla grandinata da tre punti anche Cavaliero con una conclusione da nove metri sulla sirena dei ventiquattro, Hamilton ha preso fiducia e finalmente attacca anche il canestro con un’azione da tre punti (60-47 al 26’), Antwain Barbour non si vuole sentire escluso dalla festa pesarese del terzo quarto e con due triple dalla stessa mattonella fa volare la Scavolini Banca Marche sul 66 a 47, Mazzon trova anche il modo di farsi fischiare un tecnico e il terzo periodo si conclude con Pesaro nettamente avanti sul 75 a 53.

Adesso la Vuelle non deve commettere l’errore di pensare di aver già chiuso la pratica, ma continuare con la bella pallacanestro espressa nel terzo quarto, Venezia prova una timida rimonta (75-57 al 33’), con i biancorossi che segnano il primo canestro dopo quattro minuti con una tripla di Lamont Mack, il gioco sotto ritmo non si addice a questa Scavolini Banca Marche che si esprime al massimo quando riesce a tirare nei primi dieci secondi dell’azione, fortunatamente la Reyer non sembra credere troppo nella rimonta e la partita si trascina stancamente verso il quarantesimo con la Vuelle in pieno controllo, c’è ancora il tempo per un alley-hoop di Barbour con Crosariol e per il debutto stagionale di Alessandro Amici, Pesaro porta a casa la seconda vittoria stagionale con il risultato finale di 88 a 75.

In serata la galleria fotografica completa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>