Rugby Pesaro stravince, Pippo Magnini tifoso speciale

di 

14 ottobre 2012


PESARO – Le maglie sono ancora senza sponsor, ma sotto batte un grande cuore giallorosso. Altrimenti non si spiegherebbe la splendida vittoria che la Pesaro Rugby ha ottenuto contro l’Union Tirreno per 31-15. Sarà stato perché Pesaro voleva lasciarsi alle spalle l’amara sconfitta della domenica precedente, sarà perché voleva subito convincere il suo pubblico, sarà perché non voleva esser da meno del due volte campione del mondo Filippo Magnini presente in tribuna, quel che è certo è che i giallorossi hanno messo in campo una prova super, con una mischia di gran lunga superiore e dei trequarti molto puntuali al placcaggio, che ha annichilito le speranze dei toscani, squadra che non nasconde la sua ambizione di promozione in A. Una Pesaro rugby che ha saputo mettere subito al 5′ il naso avanti con il piazzato di Marco Martinelli e non abbattersi alla meta degli ospiti segnata dieci minuti nella prima azione con Puliti. Pronta la reazione con la meta di Marco Martinelli che concludeva una lunga azione di gioco. I pesaresi poi sono costretti nei loro 22 dai toscani che pareggiano i conti con una meta di Husson, ma i giallorossi non demordono. Arriva proprio allo scadere del primo tempo, fra l’altro in inferiorità numerica la meta di mischia pesarese, con Battisti bravo a schiacciare dopo una maul.

Ulissi in azione

Nel secondo tempo si attende la reazione dell’Union ma è sempre Pesaro a fare la partita prima con un piazzato di Mattia Martinelli e poi una meta del pilone Santini che trovandosi nella posizione di ala schiaccia vicino la bandierina. Marco Martinelli, rientrato dopo un’ammonizione, centra il piazzato del 28-10. In campo di fatto c’è solo Pesaro che commettendo molti meno falli rispetto al primo tempo ha in mano la partita. Solo una disattenzione pesarese permette all’Union di avvicinarsi con la terza meta di Ferretti. Da lì però nessun altro brivido per i padroni di casa che prima centrano un altro piazzato e poi gestiscono fino al fischio finale, andando ancora vicini alla meta con Antinori. “Dobbiamo restare con i piedi per terra – a fine partite l’allenatore Insaurralde – ma ho visto la più bella Pesaro di sempre. E’ un premio al duro lavoro dei ragazzi. Sapevo che potevano vincere. Ora dobbiamo riuscire a mettere questo impegno anche nelle partite sulla carta più facili come quella di domenica scorsa. Abbiamo fatto noi la partita e così dobbiamo sempre riuscire a fare senza porci limiti. Ora godiamoci la vittoria e poi torniamo a lavorare per domenica prossima quando alle 15.30 giocheremo ancora in casa contro Noceto”.

PESARO RUGBY – UNION TIRRENO 31-15
PESARO RUGBY: Martinelli Marco, Antinori, Paletta, Ulissi, Panzieri (20 st Rossi), Martinelli Mattia, Tarini (35′ st Boccarossa), Boldowski, Sanchioni, Sperandio, battisti, Nucci (10′ st Shaho), Barbato, Galdelli, Santini (33′ st Casoli) all. Insaurralde A disp. Pignoloni, Minardi, Pizzutti
UNION TIRRENO: Volpi, Ferretti, Ghini, Husson, Colazzo, Paladini L., Paladini V., Puliti, Consonni, Catta, Tani, Paris, Di Iorio, Danzi, Mannucci all. Ghini A disp. Martinelli, Riccucci, Dellorusso, Passante, Romano, Ercolano, Mannocci
Arb. Chiarioni di Città di Castello (Pg)
Marcatori: 5′ cp Martinelli Mar, 13′ m. Puliti, 17? m. e cp Martinelli Mar, 24′ m. Husson, 40′ m Battisti tr. Martinelli Mat, 5′ st cp Martinelli Mat, 6′ st m. Santini, 20′ st cp Martinelli Mar, 28′ st m. Ferretti, 33′ st cp Martinelli Mat
Andamento punteggio: 3-0, 3-5, 10-5, 10-10, 28-10, 28-15, 31-15
Note: Gialli: Martinelli Mar, Paladini Leo Calci: Pesaro 6/8 (Martinelli Mar cp 2/3, m. 1/1 Martinelli Mat, cp 1/1, tr. 1/2) Union 0/3 (Ferretti tr. 0/3)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>