Antisismica, azienda di Fano lavora nelle scuole emiliane

di 

15 ottobre 2012

FANO – Tre nuove scuole in 35 giorni: a Medolla, San Felice sul Panaro e Castelfranco Emilia. E’ l’obiettivo di Emmedue Spa, azienda di Fano leader nella produzione e commercializzazione di sistemi costruttivi sismo-resistenti. Si tratta di tre edifici andati completamente distrutti dal terremoto che ha colpito l’Emilia nello scorso mese di maggio. L’appalto per la loro ricostruzione è stato assegnato alla MGR Manutenzioni Generali Reggiane, che ha scelto di puntare sulla tecnologia di Emmedue, perché ha maturato un’esperienza, anche internazionale, relativa alla costruzione di edifici e pareti portanti resistenti a terremoti e uragani.

I danni causati dal terremoto a Medolla

“E’ un fatto assai raro che in Italia non ci si fermi ad agosto – ha spiegato Valeria Candiracci, vice presidente dell’azienda fanese – e che le attività edili siano procedute a pieno regime, anche in periodi in cui, usualmente, diventa un’impresa quasi impossibile reperire persino un chiodo”. Grazie alla volontà di abbattere i tempi e alla validità del sistema prodotto a Fano, la scuola di San Felice sul Panaro è in fase di realizzazione, quella di Castelfranco Emilia è già stata consegnata ai bambini; la terza, a Medolla, anch’essa in costruzione, grazie all’attività dell’Associazione no Profit “Rock No War”, di cui è testimonial il cantante Paolo Belli.

“Dopo il terremoto che ha colpito L’Aquila si è ricostruito poco o nulla, e a distanza di tre anni e mezzo il silenzio è sceso pesantemente su quelle popolazioni – ha sottolineato l’amministratore delegato, Valentina Candiracci – al contrario, dopo il sisma in Emilia, si è avviata una pronta ricostruzione, ma in questo caso se ne parla davvero molto poco”.

Non è la prima volta che Emmedue è coinvolta per la ricostruzione di edifici post terremoto: con i pannelli prodotti a Fano è stata realizzata la scuola di Montagano, in provincia di Campobasso, danneggiata dal sisma del Molise del 2002.

L’azienda progetta e realizza da oltre 30 anni la tecnologia per produrre i componenti del sistema costruttivo, commercializzando in tutto il mondo impianti chiavi in mano e assistendo i suoi clienti nella produzione, progettazione e posa in opera dei pannelli. In azienda lavorano oltre 50 persone e un intero settore, quello della ricerca e sviluppo, impiega ingegneri e disegnatori provenienti dalla nostra provincia.

Il nostro sistema costruttivo si basa su una gamma di pannelli modulari prodotti industrialmente, composti da una lastra di polistirene opportunamente sagomata e racchiusa in una gabbia di rete di acciaio galvanizzato.

La validità del nostro prodotto, già testata in passato sia in in Italia che all’estero, è stata ulteriormente certificata presso il laboratorio del Centro Ricerche ENEA Casaccia di Roma, in collaborazione con l’EUCENTRE  e il Glis. Tra ottobre e novembre del 2008, infatti, si sono effettuate delle prove su tavola vibrante che hanno riguardato un modello in scala reale di edificio M2 su due piani. L’edificio-prototipo è stato sottoposto a livelli di intensità sismica crescente riproducendo le condizioni di terremoti catastrofici come quello di Tolmezzo del 1976 (Magnitudo 6.4 Scala Richter) e Colfiorito del 1997 (Magnitudo 5.8), nonché a sisma sintetico, dimostrando la perfetta tenuta del sistema.

Nel febbraio 2009, abbiamo provveduto ad effettuare ulteriori prove su tavola vibrante presso il Laboratorio de Estructuras Departemiento de Ingegneria Pontificia Universidad Catolica di Lima in Perù. La sollecitazione sismica testata era relativa all’evento accaduto nel’70 a Chimbote in Perù (magnitudo 7.8 della scala Richter). Anche in questo caso la prova è stata superata con successo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>