Scuola devastata e auto incendiate: presa baby gang

di 

17 ottobre 2012

FOSSOMBRONE – I carabinieri della compagnia di Fano eseguono una serie di servizi straordinari contro la microcriminalità a Fossombrone. Diverse le persone denunciate a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Sequestrati un’autovettura per la successiva confisca, 72 semi di canapa indiana ed alcuni grammi di hashish. Sgominata una “gang di giovani bulli” dedita ai furti ed agli atti vandalici che aveva prodotto danni per diverse migliaia di euro.

Carabinieri al lavoro

Una serie di servizi straordinari di controllo del territorio sono stati svolti negli ultimi giorni sul territorio di Fossombrone dai carabinieri della locale stazione carabinieri e della compagnia di Fano, anche con la collaborazione della polizia municipale del luogo. I militari del capitano Cosimo Giovanni Petese e del luogotenente Paolo Lovascio, nei giorni scorsi, sono stati impegnati in numerose verifiche di polizia per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti, nel quadro di iniziative volte a contrastare la microcriminalità. Hanno proceduto, complessivamente, al controllo di oltre 170 automezzi ed all’identificazione di circa 220 persone. Passati al setaccio diversi casolari disabitati talvolta occupati da stranieri senza fissa dimora e controllati numerosi giovani frequentatori di bar del centro storico, circoli e pub della periferia, fra i quali sono stati individuati alcuni soggetti con pregiudizi di polizia. Inoltre, sono state eseguite verifiche di polizia nei confronti di svariati pregiudicati sottoposti agli arresti domiciliari e a misure di sicurezza in generale.

Nella periferia di Fossombrone sono scattate alcune denunce per guida in stato di ebbrezza alcolica, rifiuto dell’accertamento alcolemico, guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e rifiuto dell’accertamento sull’uso di sostanze stupefacenti. In un caso, un’autovettura di piccola cilindrata è stata sottoposta a sequestro per la successiva confisca, mentre un uomo del posto noto alla giustizia, che deteneva per lo spaccio 72 semi di marijuana, è stato denunciato all’autorità giudiziaria di Urbino con le accuse di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. Alcuni giovani sono stati trovati in possesso di diversi grammi di marijuana ed hashish e, pertanto, segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo – Prefettura di Pesaro e Urbino quali consumatori di sostanze stupefacenti, per l’adozione dei provvedimenti amministrativi di competenza, fra i quali la sospensione della patente di guida e la sottoposizione a programma terapeutico riabilitativo.

Infine, a seguito di un’articolata indagine condotta dai carabinieri di Fossombrone relativamente ad alcuni episodi di danneggiamento di beni ed arredi urbani e furti verificatisi all’interno di edifici pubblici, sette ragazzini del luogo, tutti minorenni e diversi dei quali di nazionalità straniera, sono stati segnalati alla Procura della Repubblica Presso il Tribunale per i Minorenni di Ancona per “concorso in furto aggravato, danneggiamento e danneggiamento seguito da incendio”. In più occasioni, nei mesi scorsi, si sarebbero introdotti in una scuola di Fossombrone impossessandosi di videoproiettori e computer, nonché del denaro contenuto in alcuni distributori di bevande e alimenti, danneggiando anche la palestra in ristrutturazione di un edificio scolastico, all’interno della quale, per divertimento, avrebbero dato fuoco ad alcuni birilli e new jersey in plastica imbrattando il pavimento con vernici e rompendo dei vetri. Inoltre, in un altro episodio, la baby gang di bulli avrebbe anche incendiato due autoveicoli abbandonati in un terreno agricolo sito nella zona industriale e danneggiato l’arredo urbano. Ad occuparsi ora dei “ragazzini terribili” e delle loro famiglie saranno i servizi sociali del Comune di Fossombrone ed il Tribunale dei minori di Ancona.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>