Il Comune di Cagli “sposa” Vitruvio: spending review culturale

di 

18 ottobre 2012

FANO – Una collaborazione “nata per rinforzare il legame del Centro Studi Vitruviani –sottolinea Paolo Clini, coordinatore scientifico dell’associazione di Fano- con un territorio caratterizzato da un patrimonio ricco di potenzialità storico-culturali”. Da quest’anno il “Symposium di Studi Vitruviani”, appuntamento in programma dall’8 all’11 novembre a Fano, Fossombrone e Cagli e promosso dal Centro Studi Vitruviani, si avvale della collaborazione del Comune di Cagli.

 

Alberto Mazzacchera

“Siamo lieti di contribuire alla III edizione di un evento così prestigioso -afferma il sindaco di Cagli Patrizio Catena-. In questa fase in cui le risorse economiche degli enti locali sono sempre più esigue, gli amministratori sono chiamati a selezionare appuntamenti di prestigio in grado di comunicare le eccellenze presenti nel territorio. Il Centro Studi Vitruviani, sin dalla sua nascita, si è distinto come associazione di livello internazionale, capace di esportare al meglio le testimonianze del passato. Collaborare al programma del Symposium è stata quindi una scelta quasi ‘dovuta’”.

 

“E’ proprio nei momenti di crisi che occorre investire in cultura –aggiunge Alberto Mazzacchera, assessore ai Beni e Attività Culturali di Cagli-. Il made in Italy di cui andiamo orgogliosi poggia sia sulla creatività, sia sulla qualità legata alla conoscenza di tecniche raffinate di lavorazioni. Ma la creatività non cresce nel deserto culturale e quand’anche in tale deserto giungesse a mettere qualche rachitico germoglio avrebbe un linguaggio del tutto provinciale che non sarebbe di alcun interesse. In un mercato internazionale e globale tanto competitivo occorre una scuola qualificata e un percorso sapienziale che duri tutta la vita”.

 

La collaborazione tra Centro Studi Vitruviani e Comune di Cagli si inserisce appieno in “uno degli obiettivi del Centro Studi –sottolinea Clini-: la valorizzazione del territorio, sia in termini scientifici, sia in termini di promozione turistica storico-culturale”.

 

Per rispondere a questa esigenza, nella sua III edizione, il “Symposium di Studi Vitruviani” ha previsto la mostra “La Via Flaminia, immagine del paesaggio archeologico”, visitabile dall’8 novembre all’8 dicembre, sala Mostre di palazzo Corbelli, Fano (PU) e il workshop rivolto a 20 studenti delle università italiane intitolato “La via Flaminia e il complesso delle Gallerie del Furlo” che si svolgerà dal 9 all’11 novembre nella Riserva Naturale Statale “Gola del Furlo” (PU).

 

Per il workshop il Comune di Cagli metterà a disposizione, accanto a una speciale attenzione, le sue strutture: dal Teatro comunale alle sale del Polo Culturale di Eccellenza fino a Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli (Polo Culturale che sarà aperto al pubblico nei prossimi mesi). Sempre a Cagli, domenica 11 novembre, alle ore 18, nella sala Mencherini del Teatro, si svolgerà la presentazione dei lavori svolti dai partecipanti al workshop e l’incontro conclusivo, aperto alla cittadinanza, del “III Symposium di Studi Vitruviani”.

 

“Con la collaborazione al Symposium –aggiunge Mazzacchera– il Comune di Cagli mira ad approfondire, nel quadro più ampio di un progetto di valorizzazione della Flaminia da Ponte Milvio fino a Rimini, le conoscenze utili a costruire percorsi turistico-culturali lungo la Flaminia. Dare una funzione alle antiche poderose strutture romane è anche il modo migliore per trovare risorse atte a tutelarle nel futuro”.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>