In Prefettura le 100 istituzioni pubbliche coinvolte nel Censimento dell’industria e dei servizi

di 

18 ottobre 2012

PESARO – Si è svolta ieri, presso la Prefettura di Pesaro e Urbino, una riunione informativa con i rappresentanti delle oltre 100 istituzioni pubbliche che hanno sede nel territorio della provincia e che sono coinvolte nel Censimento dell’Industria e dei Servizi 2011.

Il loggiato del Genga di palazzo Ducale sede della Prefettura

Il loggiato del Genga di palazzo Ducale, sede della Prefettura, ricolmo di "attori" del territorio

A livello nazionale sono circa 13.000 le istituzioni coinvolte nella rilevazione, oltre 400 di queste hanno sede legale e ambito di competenza nel territorio delle Marche. Si tratta di tutti gli enti locali, delle aziende sanitarie, di consorzi ed autorità pubbliche, di Enti con competenze settoriali in vari ambiti e materie, e di altre tipologie istituzionali, quali le Camere di Commercio, i collegi e gli ordini professionali.

Entra così nel vivo, anche nel territorio provinciale, un’indagine che si pone nuovi e importanti obiettivi informativi, puntando a rilevare la struttura e le caratteristiche del settore pubblico a livello territoriale, a descrivere le principali scelte gestionali e organizzative adottate dalle amministrazioni locali, a mappare l’offerta di servizi pubblici sul territorio; un’operazione per la cui buona riuscita sono fondamentali l’impegno e la collaborazione dei dirigenti e funzionari che ciascuna Istituzione ha designato a collaborare con l’Istat per la fornitura dei dati censuari.

E’ con questa consapevolezza che la Prefettura di Pesaro e Urbino e l’Ufficio Regionale di Censimento, costituito presso la sede Istat per le Marche, in continuità con una consolidata e proficua tradizione di cooperazione interistituzionale nell’ambito statistico, hanno inteso fornire agli esponenti del settore pubblico locale un’occasione di confronto tecnico-operativo e di approfondimento metodologico sui contenuti della rilevazione. La partecipazione è stata ampia ed attiva, a conferma del senso istituzionale degli operatori pubblici locali.

Il censimento economico in corso comprende anche la Rilevazione Multiscopo sulle Imprese e il Censimento delle Istituzioni non-profit, indagini finalizzate a conoscere la struttura e l’articolazione del settore privato e del terzo settore e condotte, a livello nazionale, come a livello locale in collaborazione tra Istat, Unioncamere e Camere di Commercio, con il supporto di una rete di rilevazione dedicata.

Il Censimento dell’Industria e dei Servizi è il 9° Censimento economico realizzato dall’Istat (il primo si svolse nel 1951) e chiude una stagione censuaria intensa, avviatasi nel 2010 con il 6° Censimento dell’agricoltura e proseguita nel 2011 con il 15° Censimento della Popolazione e delle abitazioni.

Molte delle Istituzioni pubbliche locali intervenute alla riunione di oggi, in particolare i Comuni, la Camera di Commercio, la Provincia e la stessa Prefettura sono state protagoniste delle rilevazioni citate e concorrono quotidianamente alla produzione di numerose ed importanti statistiche ufficiali, volte a soddisfare le fondamentali esigenze conoscitive in ambito nazionale e internazionale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>