Stop burocrazia: stranieri in rete per gli enti

di 

18 ottobre 2012

PESARO – In linea con gli obiettivi di semplificazione e sviluppo sanciti dall’attuale Governo col provvedimento “Semplifica Italia”, emanato a maggio scorso per assicurare una riduzione degli oneri amministrativi per i cittadini, oggi, presso gli uffici della Prefettura di Pesaro e Urbino, è stato siglato un accordo interistituzionale che vede coinvolti, oltre alla stessa Prefettura, il Comune di Pesaro, la Questura e la Provincia di Pesaro e Urbino.

L’accordo si pone quale finalità l’interscambio e la visualizzazione di dati relativi ai cittadini stranieri iscritti nei registri dell’anagrafe del Comune di Pesaro, consentendo alle pubbliche amministrazioni coinvolte e a quelle che intenderanno aderire all’accordo nel prossimo futuro di accedere direttamente al sistema di rete sicura liberando i cittadini interessati da gravose incombenze certificative.

Nello specifico, l’interscambio di dati tra le amministrazioni pubbliche firmatarie consentirà alle stesse di verificare in tempo reale l’identità e la titolarità del soggiorno in Italia del cittadino straniero, senza richiedere ulteriore certificazione di sportello in attuazione al principio di semplificazione ed economicità dell’azione amministrativa e di espletare, in modo più tempestivo ed efficace, le rispettive attività istituzionali di controllo e verifica.

L’intesa tra gli Uffici periferici dello Stato e gli enti locali coinvolti, raggiunta dopo un articolato e determinato percorso di progettazione e di condivisione degli strumenti e delle procedure, si inserisce in una più ampia attività di collaborazione interistituzionale e di semplificazione dei procedimenti amministrativi come, in particolare, i numerosi servizi forniti online sia ai cittadini italiani che stranieri specificatamente nel Comune di Pesaro.

L’accordo è anche l’ennesima dimostrazione di una sinergia radicata e preziosa che nella Provincia di Pesaro e Urbino si fonda su una collaborazione convinta, sentita e costante tra gli organi istituzionali e, specificatamente, tra autorità statali e locali, particolarmente utile e produttiva in una fase in cui l’efficienza ed il risparmio costituiscono principi ispiratori dell’agire pubblico.

L’auspicio è quello dell’adesione di ulteriori enti all’accordo sottoscritto che costituisce un progetto pilota a livello nazionale nel quadro del rinnovamento della pubblica amministrazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>