Snoopy, è punto guadagnato: 2-3 con Viserba

di 

20 ottobre 2012

SNOOPY – VISERBA 2-3

 

Snoopy: Buzzone , Tallevi 8, Passaseo 4, Aluigi 10, Fiesoli 10, Silotto, Veglia 7, Boriassi 5, Rita 9, Micheletti 1, Battistoni (L), Bertozzi, Furiassi (L). All. Bertini, Portavia

 

Viserba Volley Rimini: Ambrosini, Montani, Zuccarini, Zucchini, Peroni, Pironi, Morolli,  Masoni, Giusti, Argentati, Arcangeli (L), Miola. All. Solforati

 

ARBITRI: Dell’Orso, Bozza

 

PARZIALI: 20-25 (26’); 17-25 (24’); 25-23 (29’); 25-20 (25’); 5-15 (11’)

 

Snoopy B1 di coach Matteo Bertini

Un'esultanza della Snoopy B1 di coach Matteo Bertini

PESARO – Un punto guadagnato. È questo il pensiero dello staff della Snoopy dopo la sconfitta per 2-3 contro Viserba. In un Palasnoopy pieno di tifosi, la formazione di casa ha mancato il colpaccio per un soffio, dopo una rimonta di due set che aveva entusiasmato pubblico e giocatrici. “Viserba si è dimostrato un avversario tosto – ha commentato Barbara Rossi – con esperienza e con un attacco davvero potente”. Le padrone di casa sono partite contratte, quasi impressionate dal gioco espresso dalle riminesi. “Forse l’approccio alla gara è da rivedere – continua Rossi – soffriamo troppo e contro squadre esperte come questa non ti puoi permettere cali”. Nei primi due set infatti la formazione di Bertini dà l’impressione di non essere entrata in partita. La ricezione non funziona e la tattica preparata in settimana non viene seguita alla lettera dalle pesaresi, che lasciano così campo libero agli attacchi di Masoni e Zuccarini. All’inizio del terzo set arriva però una scossa: un Bertini meno tranquillo del solito carica le sue ragazze, che entrano in campo con un altro atteggiamento. Grazie ad una migliore ricezione e all’apporto, ancora una volta positivo, delle ragazze subentrate dalla panchina, la squadra riesce ad agganciare Viserba sul due pari.

Ma la Snoopy per il tie-break non ha più energie. Tre errori banali all’inizio del parziale spengono subito tutte le speranze: “peccato, dopo una rimonta del genere ci credevamo. é comunque un punto guadagnato – conclude Rossi – e la dimostrazione che chi viene al Palasnoopy per fare punti dovrà faticare”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>