Italservice PesaroFano rimaneggiato: con l’Aosta un altro pomeriggio amaro

di 

21 ottobre 2012

ITALSERVICE PESAROFANO – AOSTA 0-2 (p.t. 0-1)
ITALSERVICE PESAROFANO: Della Martera, Di Maggio, Fabbroni, Ditommaso, Sabatinelli, Zanchin, Vitale, Cujec, Talevi, Ganzetti, Anselmi, Gambini. All. Osimani
AOSTA: Faustinelli, Gullone, Lucianaz, Djurdievic, Barcellos, Rosa, Costa, Concio, Egea, Garau, De Lima, Centonze. All. Citro
ARBITRI: Giada (Mestre) e Delbue (Monza), crono Bedendo (Rovigo)
MARCATORI: 14’56” De Lima (A) del p.t.; 17’36” Egea del s.t.
ESPULSI: al 18’21” Ditommaso per fallo di mano
NOTE: spettatori 200 circa; al 19’04” del s.t. Barcellos (A) manda sulla traversa un tiro libero; al 19’28” del s.t. Zanchin (PF) si fa parare un tiro libero da Faustinelli

 

Un timeout dell'Italservice PesaroFano nella gara persa con l'Aosta

Un timeout dell'Italservice PesaroFano nella gara persa con l'Aosta

PESARO – Seconda gara casalinga e seconda sconfitta per l’Italservice PesaroFano. I biancorossi-granata stavolta perdono per mano dell’Aosta, un match in cui non avranno offerto la prestazione del secolo ma in cui comunque hanno dato tutto, sfiorando nella ripresa a più riprese il pareggio nonostante rotazioni limitate all’osso.

Senza lo squalificato Jair Dalle Molle e l’infortunato Andy, con Cujec seduto in panchina per tutti e 40 i minuti di gioco effettivi, Osimani schiera in quintetto il giovane Ganzetti. Oltre al 20enne anconetano e al portiere Anselmi, partono dall’inizio i giocatori di movimento Roberto Zanchin, Dario Vitale e Giovanni Ditommaso. L’Aosta, davanti a Faustinelli che a conti fatti sarà il migliore in campo o giù di lì, risponde con Costa, Egea, Rosa e Barcellos. Proprio il numero 5 in maglia gialla va vicinissimo alla segnatura dopo 4 minuti di nulla o quasi: conclusione a girare dalla sinistra che coglie l’incrocio dei pali, la palla finisce sui piedi di Costa che dalla destra tira ma prende la traversa. Sospirone di sollievo per l’Italservice che risponde con Ganzetti da centro area: nulla di fatto. Ancora Ganzetti impegna Faustinelli sugli sviluppi di una punizione conquistata e battuta da Dario Vitale. Il pari a occhiali non si schioda.

L’Aosta è vivo e lo dimostra con Barcellos che non inquadra la porta da buona posizione, su invito orizzontale d’un compagno. Primo tempo giocato a buon ritmo ma con occasioni col contagocce. Fino al 15’, minuto in cui i gialli ospiti sbloccano con De Lima, che dalla destra indovina il diagonale vincente (0-1). Il PesaroFano chiude il tempo nella metà avversaria ma non riesce a trovare il pertugio vincente (occasione per Vitale e, sulla ribattuta, per Ditommaso, che non trova la forza nemmeno sulla successiva conclusione mancina da centro area).

Il primo mezzo sussulto della ripresa è un tiro fuori, seppur di poco, dell’ospite Egea. La risposta Italservice è un’imbucata di Ditommaso per Vitale, mancino al volo di rara bellezza del laterale nato a Roma ma Faustinelli c’è.

E’ il momento di massimo spinta della banda di Osimani, che crea più di un’occasione per pareggiare. Punizione di Zanchin, il portiere-capitano dell’Aosta respinge di piede. Zanchin per Ditommaso che prova di tacco senza però trovare la deviazione vincente. Poi la chance per l’1-1 è per il giovane Gambini, che allarga troppo il destro su invito di uno Zanchin che spesso e volentieri si porta in avanti. Altra occasionissima per Gambini, ma Faustinelli si supera ancora. Una ripartenza dell’Aosta neutralizzata da un intervento di Anselmi su Costa viene tramutata in occasione per il PesaroFano: Vitale trova tra sé e la porta ancora il paratutto Faustinelli.

Buono il secondo tempo dell’Italservice, a dispetto di rotazioni tutt’altro che infinite. Manca però il gol, vuoi per le parate del portiere avversario, vuoi per scarsa mira sottoporta. Nel finale, con Ditommaso a terra dopo uno scontro fortuito, Anselmi è prodigioso su Rosa. Poi però nulla può sugli sviluppi del successivo calcio d’angolo, sul tiro di Egea che fissa sul 2-0 Aosta.

Ultimi due minuti con il PesaroFano a giocare col portiere di movimento (Zanchin). A 1’41” dal termine il patatrac. Dopo palla persa a metà campo da un pesaro-fanese, per evitare una segnatura certa aostana, Ditommaso tocca la palla con la mano. Rosso diretto e oltre al danno la beffa, visto che il capitano sarà costretto a saltare per squalifica la partita di sabato prossimo a casa della New Team FVG seconda in classifica.

Al palaFiera finisce 2-0 per l’Aosta, perché nel finale l’ospite Barcellos e il giocatore dell’Italservice Zanchin sbagliano un tiro libero a testa. Rammarico ma anche la consapevolezza che un po’ alla volta, ritrovando tutti gli effettivi a disposizione di Osimani, sarà tutta un’altra storia. Ulteriori info su www.pesarofano.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>