Sabato l’Accademia degli Scomposti presenta “Il primo latte” di Brunamonti

di 

22 ottobre 2012

Il primo latte

FANO – Sabato 27 ottobre, alle ore 18.15, l’Accademia degli Scomposti-Circolo Città di Fano, nell’idea di proseguire una ricerca della valorizzazione delle eccellenze Marchigiane ed in particolare fanesi, vuole onorare la già illustre carriera di un giovanissimo giornalista e scrittore, Filippo Brunamonti. Lo comunica il presidente Luciano Filippo Bracci.

Brunamonti, dopo tre anni trascorsi in America lavorando per la Rai Corporation di New York, torna a Milano e per questa occasione nella sua Fano, a raccontare le esperienze vissute e presentare il suo ultimo romanzo, con prefazione di Vincenzo Mollica, uscito il primo settembre: Il primo latte.

Il romanzo illustrato, da Mauro Cicarè, narra la storia di un nonno (il nonno di Filippo) che consegna al nipote 44 lettere, da leggere di anno in anno, quando lui non ci sarà più. Libro che ha subito catturato il consenso della critica nazionale e di Asia Argento e suo marito, il regista Michele Civetta, il quale afferma che il testo è “l’essenza della missione umana del tramandare, geneticamente, la conoscenza ai propri discendenti”. Questi hanno realizzato sulla sua traccia un cortometraggio alla cui produzione ha partecipato l’intera famiglia di artisti.

Durante la serata in cui si conoscerà non solo un uomo ma un’artista della scrittura per immergersi nella profondità, nella dolcezza e nella sapienza delle sue parole.

Si potrà conoscere la storia del giornalista e i suoi riferimenti culturali, le pubblicazioni realizzate e l’arte che lo lega a una sensibile artista italo-americana, Coralina Cataldi-Tassoni, che sarà presente in diretta con un collegamento da New York durante il quale si potrà vedere la sua galleria di opere.

Sarà un incontro tutto speciale che non abbraccia solo la scrittura, ma anche il cinema e l’arte.

L’evento che s’inserisce tra le iniziative proposte dai consiglieri alla cultura del sodalizio sarà moderato dal consigliere-segretario, architetto Valentina Radi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>