Amoroso si allena da solo, domenica non ci sarà

di 

26 ottobre 2012

PESARO – Valerio Amoroso si allena, in serata, da solo, seguito da un coach messogli a disposizione dalla Victoria Libertas. Farà così anche i prossimi giorni, se non si troverà un accordo per la rescissione del contratto.

 

Amoroso in canotta Scavolini Banca Marche. Foto Fraternale Meloni

Amoroso è fuori squadra e domenica non sarà nel gruppo a disposizione dell’allenatore Giampiero Ticchi, del quale il giocatore non condivide le idee tecniche, dunque il sistema, il famoso “Triple-Post Offense” che pure concede a tutti “pari opportunità” in uno sport che notoriamente non è democratico, assegnando la priorità delle scelte, dei tiri, ai migliori.

 

Difficilmente il pubblico pesarese vedrà nuovamente Amoroso in maglia Scavolini Banca Marche. In queste ore, i dirigenti della Victoria Libertas, l’agente del giocatore, Ciafardoni, e i legali delle due parti stanno cercando una via d’uscita indolore per società e atleta. Nel mondo del basket è circolata, insistente la voce sul possibile interessamento della Sutor Montegranaro per il suo ex, ma dalla società del presidente Basso sono arrivate solo decise smentite.

 

In ogni caso, la Scavolini Banca Marche, che aveva concesso grande fiducia al giocatore pure reduce – non sempre per sue colpe – da stagioni difficili, perde un elemento importante, al momento non sostituibile. La speranza – almeno in vista della sfida di domenica prossima al Banco di Sardegna Sassari – è che Mack e Flamini siano recuperabili. Poi si vedrà, anche se stando agli umori raccolti nell’ambiente sarebbe da escludere un’eventuale sostituzione immediata di Amoroso. A meno che non si trovi un italiano nelle categorie inferiori. I nomi non mancherebbero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>