Traini, intervento il 16 novembre. E su Amoroso…

di 

30 ottobre 2012

PESARO – Andrea Traini sarà sottoposto a intervento chirurgico il prossimo 16 novembre. Naturalmente, lo opererà il dottor Raul Zini, “mago” degli interventi al ginocchio. Il fatto che Traini non abbia precedenti specifici all’arto interessato e sia giovane è un’importante base di partenza per il recupero, ma, salvo miracoli, magari con la Vuelle ai playoff, la stagione 2012/13 è già finita per il giovane playmaker marchigiano che tanto bene aveva iniziato il campionato del riscatto.

Scavolini Siviglia-Treviso, Andrea Traini

Andrea Traini (foto Marco Giardini)

Chi lo sostituirà? Mercoledì, nel consueto pranzo settimanale alla Scavolini, sarà presa la decisione. Ben difficilmente, però, si cercherà Tony Maestranzi, che ha transato il contratto con Siena, è libero di accasarsi dove vuole, con chi lo vuole, e in attesa si allena con l’ex preparatore dei Chicago Bulls.

Maestranzi è un giocatore che predilige il pick&roll, che serve assist (50 a stagione) e ha tiro da fuori (40 per cento da 3) e grande precisione dalla lunetta (91,4%). E gioca da italiano avendo indossato la maglia azzurra, ma se le informazioni in nostro possesso sono esatte, il giocatore non convinca lo staff tecnico pesarese, che non lo giudicherebbe adatto al sistema di Ticchi. Così, pur potendo garantire minuti-premio (quello per le squadre che utilizzano più italiani), probabilmente si punterà su un giocatore americano, magari tagliato in queste ore da squadre Nba.

Mercoledì, a Montelabbate, si parlerà anche di Amoroso. Sembra che si farà ancora un tentativo per recuperarlo, come vorrebbero il patron Scavolini e il direttore generale Montini. Secondo chi conosce il giocatore, sarebbe tempo perso. Non resta che attendere. Una cosa è certa: andare a Reggio Emilia e Brindisi senza due giocatori importanti nelle rotazioni metterebbe in difficoltà la squadra e l’allenatore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>