Guidi Impianti da urlo: Pesaro Rugby schianta Bologna

di 

4 novembre 2012

PESARO – E’ una Guidi Impianti che non si ferma più. Con un perentorio 37-20 i pesaresi si impongono sul Reno Bologna che non ha potuto fare nulla per evitare la pioggia di mete giallorossa. Ben sei quelle segnate dai ragazzi di Insaurralde a fronte delle tre dei felsinei. E’ così che la Guidi Impianti è riuscita a portare a casa il quarto risultato utile consecutivo che le consente di salire al terzo posto in classifica. Un successo ancora più importante perché Pesaro ha saputo reagire al difficile avvio, quando in soli sette minuti si è trovata sotto per 12-0. Troppo brutto per essere vero questo Pesaro, con i trequarti in ritardo nei placcaggi e che commettono troppi errori banali. A suonare la carica allora è il pilone giallorosso Barbato.
Una mischia della Pesaro rugby

Una mischia della Pesaro rugby

E’ lui che al 15′ con un’azione travolgente dà il là alla prima meta pesarese con la palla poi portata al largo con Martinelli che schiaccia vicino alla bandierina. Si accendono così i 25 minuti di fuoco della Pesaro Rugby che i bolognesi non scorderanno tanto facilmente. Al di là di un piazzato dei felsinei, è infatti la Guidi Impianti a menar le danze per tutto il resto del primo tempo con una mischia e soprattutto una prima linea davvero micidiale. Prima dell’intervallo ben tre le mete del giovane pilone Barbato ed una del pilone Santini. Troppo forti e troppo massicci per la difesa bolognese che non riesce mai a fermarli. E’ così che la Guidi Impianti ribalta il risultato e va al riposo sul 29-15. La ripresa è normale amministrazione per i pesaresi che allungano ancora con un piazzato di Martinelli e una gran bella meta dell’ala Panzieri sull’out di destra. Per il resto girandola di cambi in casa pesarese con l’ingresso fra l’altro dei giovani Boccarossa, Danieli e dei fratelli Casoli alla loro prima partita ufficiale insieme (con il padre al loro fianco in qualità di guardalinee). “E’ una vittoria che ci fa capire il grande carattere di questa squadra – a fine gara il tecnico Insaurralde – Abbiamo reagito allo svantaggio iniziale e rimontato. Un grazie particolare alla panchina. Ognuno oggi ci ha dato qualcosa”.

Solo sorrisi quindi in casa pesarese ad iniziare dallo sponsor Raffaele Guidi in tribuna dal primo all’ultimo minuto: “Mi sono davvero divertito. La mischia è stata super. Direi che come prima partita vissuta da spettatore non c’è male”.
GUIDI IMPIANTI PESARO – RENO BOLOGNA 37-20
GUIDI IMPIANTI PESARO: Martinelli Marco, Rossi (27′ st Nardini), Antinori, Ulissi, Panzieri (39′ st Cardellini), Rea (20′ st Danieli), Tarini (22′ st Boccarossa), Beldowski (23′ Pizzutti), Sanchioni, Giunti (32′ st Casoli Alessandro), Battisti, Nucci, Barbato (25′ st Casoli Andrea), Galdelli, Santini all. Insaurralde
RENO BOLOGNA: Natale, Biscaglia (20′ st Mariani), Venturi, Vagheggini, Vallone (25′ st Varone), Sacchetti, Furetti, Ruggeri, Savoia, Bertuzzi, Dall’Omo, Luzi, Boarelli, Pizza, Murgulet All. Venturi e Fava A disp. De Simone, Corsini, Moscariello, Radi, Fava
Arb. Ruta (Perugia)
Marcatori: 5′ m. e tr. Natale, 7′ m. Vallone, 15′ m. e tr. Martinelli, 18′ cp Natale, 23′ m. Barbato, 32′ m. Barbato, 35′ m. Santini tr. Martinelli, 40′ m. Barbato, 13′ st cp Martinelli, 15′ m. Pizza tr. Sacchetti, 19′ st m. Panzieri
Andamento punteggio: 0-12, 7-12, 7-15, 32-15, 32-20, 37-20
Note: Gialli: Nucci, Boccarossa Calci: Pesaro 3/7 (Martinelli tr. 2/6, cp 1/1) Bologna 2/4 (Natale tr 1/2, cp 1/1, Sacchetti tr. 0/1)
Classifica: Cus Perugia punti 20; Piacenza punti 18; Noceto, Prato Sesto e Pesaro punti 16; Unione Tirreno punti 15; Firenze punti 11; Viterbo punti 6; Arezzo punti 5; Reno Bologna punti 4; Livorno punti 1; Cecina punti 0.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>